News

Follow Your Pet; protagonisti i cani eroi!

Si e’ concluso Follow Your Pet, dove protagonisti in prima linea sono stati i nostri migliori amici!
Al Parco di Villa Montalvo a Campi Bisenzio (FI) e’ stato un Week end impegnativo con tante attivita’ dedicate a noi ed ai nostri amici animali, appunto i PETS
Non solo cani in questo week end appena concluso, ma noi a Radiobau (BAU) vogliamo parlarVi proprio di questi.

Tra gli ospiti speciali  a Follow Your Pet 2019 c’è stata anche Viola, border collie di un anno e mezzo, uno dei cani in fase di addestramento inseriti nel progetto del Nucleo Investigativo Antiveleno delle Guardie Zoofile dell’ENPA di Firenze, che stanno intraprendendo un impegnativo percorso per imparare a riconoscere esche e bocconi avvelenati.
 Alla corretta informazione alla popolazione rispetto a questo problema è stato dedicato l’incontro “Cane antiveleno: eroi a 4 zampe” che si è svolto oggi pomeriggio.
Come comportarsi se si suppone di aver trovato un’esca avvelenata? E cosa fare se si sospetta che il proprio cane abbia mangiato un “boccone killer”?
Ci si può rivolgere al Nucleo Investigativo Antiveleno delle Guardie Zoofile dell’ENPA di Firenze, attivo nelle aree cittadine delle province di Firenze e Prato, che da anni porta avanti un importante progetto per contrastare il fenomeno dello spargimento di esche e bocconi avvelenati, non solo grazie al personale altamente specializzato, ma anche con l’ausilio di cani adeguatamente addestrati.
Una sede è presente anche a Campi Bisenzio, presso la sede del Comune (le altre sono a Carmignano e Firenze)
.
Nell’80 per cento dei casi – è stato spiegato durante il momento informativo – in ambiente cittadino a fare un brutto incontro con un boccone killer è un cane (nel restante 20 per cento dei casi si tratta spesso di piccioni, raramente di gatti).
Per i cani, in 2 casi su 10 l’ingerimento dell’esca avvelenata si rivela purtroppo mortale.

Ha otto anni e mezzo, fiuto da vendere e lo sguardo pacifico e saggio di chi ne ha viste tante. Si chiama Gandalf il bloodhound “sceriffo” accompagnato dal suo conduttore, Enrico Gualtieri, che ha portato a Follow Your Pet il racconto di una vita densa di fatica e di responsabilità. Il segugio infatti – di nazionalità francese, arrivato in Italia ad appena due mesi di vita – è stato assunto nel 2012 dall’Arma dei Carabinieri per la ricerca di persone scomparse e di criminali ricercati.
Durante gli otto anni di onorata carriera Gandalf ha seguito circa quattrocento casi in tutta Italia “contribuendo al ritrovamento di tante persone e mandando in galera numerosi delinquenti ricercati dalle forze dell’ordine”.
Mantrailing, così si chiama scientificamente la disciplina per cui sono addestrati questi cani (e i bloodhound sono una razza particolarmente portata per questo tipo di attività) che seguono un training di due anni e mezzo prima di poter entrare in servizio. Gandalf, che è stato uno dei primissimi ad entrare in servizio nell’Arma dei Carabinieri, ha avuto come supervisori ed “esaminatori” un gruppo di sceriffi dello Stato della Virginia, insieme alla polizia Svizzera e ad associazioni di corpi di polizia di quei Paesi stranieri che svolgono questo tipo di attività da più tempo rispetto al bel paese.
Da dicembre Gandalf è in pensione ed è ospite dell’Accademia Cinofila Fiorentina dove dispensa “pillole” di esperienza ai cuccioli in fase di addestramento ed è diventato, manco a dirlo, la mascotte dei bambini che frequentano l’Accademia.

A Follow Your Pet ospiti i golden retriver Lizzy (femmina di 5 anni), Brando (maschio di 6 anni e mezzo) e Pablo (anche lui un maschio, di 2 anni e mezzo), e la bovaro del bernese Olivia, femmina di 2 anni: protagonisti dell’estate 2019 di alcuni importanti salvataggi in mare sulle coste toscane, questi “angeli del mare” a quattro zampe della Scuola Italiana Cani Salvataggio Firenze . Nella stagione balneare 2019 il bilancio della Scuola Italiana Cani Salvataggio Firenze (che ha due sedi operative a Firenze presso il Parco degli Animali di Ugnano e a Forte dei Marmi presso lo stabilimento “Le Dune”) ha fatto registrare 5 distinti interventi effettuati in mare dai golden retriver Brando, Lizzy, Pablo, Mollie; dal labrador chocolate Calypso e dal bovaro del bernese Olivia. Le unità cinofile di salvataggio si sono anche occupate a terra di piccole ferite, punture di insetti e meduse, piccoli traumi, colpi di calore o magari di rintracciare i genitori di qualche bambino sfuggito alla loro attenzione, nonché di informare l’utenza sui pericoli e le insidie di quei tratti di costa vigilati.
(Tutte le foto di Follow Your Pet sono di Nicola Negri) per altre info di questa edizione appena conclusa FOLLOW YOUR PET

 

Tags: , , , , ,

Leave a Reply