Comunicato Stampa

L’ENCI in difesa dell’identità del cane

A seguito delle ultime inquietanti notizie di cronaca sulla falsificazione dei documenti di identità dei cani e di una selezione che non tenga presente la loro salute, l’Ente Nazionale della Cinofilia Italiana rassicura e mette in guardia NO PET non è solo un appello ecologista ma anche animalista, in difesa dell’identità dei cani Non sono pet, sono cani!

Le aziende lo chiamano “pet”, ma per noi non è di plastica e resta un cane, con quelle stupefacenti e infinite sfaccettatture che le razze -di cui vogliamo difendere l’imprescindibile identità- sono portatrici.
Un cane è un amico, è un compagno, un alleato; sempre pronto ad ascoltarci, felice di condividere con noi ogni esperienza, disposto ad adattarsi nella maniera più spontanea e naturale alle nostre abitudini, a inserirsi in maniera discreta nella nostra routine, ad accontentarsi di poco ma pronto a dare molto.
L’amore di un cane non sostituirà mai l’amore di un essere umano, ma nella vita può dare molto conforto.
Attenzione però a non cadere nel facile tranello: non è il possesso di un pet -di un qualunque grazioso animaletto con gli occhi dolci e l’aspetto buffo che ci chiede di esser accudito- che dà felicità, ma è il rapporto simbiotico e profondo che potremo avere con un cane dalle caratteristiche compatibili alle nostre esigenze, che crea gioia.

Benessere genera benessere: conoscere l’identità di razza e rispettare le attitudini e gli istinti profondi di un cane, non solo ci aiuta a riscoprire la nostra vera natura, ma favorisce un legame profondo, estremamente gratificante sia per noi che per il cane.
Oggetto di vili lucri e troppo spesso non considerato nella sua vera identità di animale, a cui quindi va riconosciuta un’anima, i cani di questi tempi stanno evidenziando la scarsa moralità dell’essere umano.
L’Ente Nazionale della Cinofilia Italiana da oltre un secolo custodisce la cultura del cane di razza, sostenendo il lavoro degli allevatori, ed è ambasciatore nel mondo di uno dei patrimoni genetici più ricchi. L’impegno per il rispetto dei criteri del benessere animale è tra le priorità dell’ENCI, che promuove studi sulle patologie ereditarie e controlla, tramite le esposizioni e le prove, lo stato di salute generale delle razze, promuovendo la selezione dei soggetti più forti e sani, non solo più belli.

Il successo della specie canina non dipende infatti dalla straordinaria bellezza di certi esemplari, ma dalle caratteristiche preziose che ciascuna razza racchiude.
Conoscere l’identità di razza e rivolgersi ad allevatori accreditati, riconosciuti e scrupolosi -dedicare quindi del tempo non solo alla scelta della razza, ma anche del suo allevatore è il primo fondamentale passo per vivere una storia felice.
Ente Nazionale della Cinofilia Italiana

Tags: , , ,

Leave a Reply