Radio

A Casa de “Il Gattolico Praticante”

Argante e Goffredo, sono due gatti fortunati, molto fortunati! Prima di tutto perche’ sono stati adottati da un Gattile nelle vicinanze di Napoli trovando cosi’ una famiglia, ma la vera fortuna e’ quella di essere stati, niente poco di meno, adottati da Alberto Mattioli; scrittore, giornalista, critico musicale ed autore de “Il Gattolico Paraticante – Esercizi di Devozione Divina” in pratica il padre fondatore del Gattolicesimo.
Alberto Mattioli
in quanto tale e’ schiavo non solo dei suoi gatti, ma di tutti i gatti, ed aggiungerei esclusivamente dei gatti, in quanto di se’ indipendente per natura accetta di cedere solo al fascino felino!
Argante/Ciro e Goffredo/Salvatore- Toto’, arrivano a Milano al termine del trasloco nella nuova dimora di Alberto, in quanto “Il gatto e’ quello che trasforma il rientro in una casa vuota, in un rientro a casa. E una casa senza gatto non neanche immaginabile” spiega Alberto, e continua “Il Gattolicesimo e’ ad oggi l’unica religione praticabile, consiste nel riconoscere che c’e’ qualcuno superiore di noi, che si pone fra Dio e noi, e questo e’ il gatto”
– Insomma tutti quelli che hanno un gatto aderiscono al Gattolicesimo…
“Assolutamente no! Quando uno prende un gatto diventa gattaro, si diventa Gattolici quando si capisce che…la realizzazione della propria vita e’ la sottomissione a quella dei gatti!”
Ciro e Toto’ vivono, coccolati e straviziati, accolti in una casa che trasuda arte, scaffali carichi di libri, dischi, oggetti d’arte e come si vede in foto hanno dilaniato tranquillamente il divano dello studio, poiche’ sono gatti e sono supremi.
– Sono piu le cose che tu hai insegnato ai tuoi gatti o hanno insegnato loro a te…
“Partiamo dicendo che non si puo’ insegnare nulla a chi e’ gia’ perfetto! I gatti al contrario insegnano molte cose. Insegnano l’indipendenza, insegnano soprattutto a non dipendere dal giudizio degli altri, se una persona  ha dei problemi di autostima la convivenza con i gatti te la fa’ passare o meglio continuera’ a confrontarsi con gli altri, ma in una maniera diversa…”
L’intervista con Alberto Mattioli prosegue su Radio Bau – Davide Cavalieri – (Photo di Claudia Rocchini)

 

Tags: , ,

Leave a Reply