News

Confronto Vivisezione PRO e CONTRO: la Scienza dei PRO e rimasta casa…

PRO TEST – Dr. Agnese Collino

Dobbiamo sicuramente ringraziare l’Universita’ Cattolica di Milano per avere dato Ufficialita’ a questo primo grande evento di Confronto Scientifico fra PRO e CONTRO TEST, e per fortuna perche’ almeno qualcosa di Ufficiale e serio c’e’ stato ieri a Milano!

Ecco l’elenco dei relatori
PRO
Silvio Garattini fondatore e direttore dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri
Alberto Ferraridottorando in Medicina Molecolare presso l’Università di Siena e speaker per Pro-test
Agnese Collino – dottoranda in Medicina Molecolare presso l’Istituto Europeo di Oncologia (Milano) e membro del comitato scientifico di Pro-test
CONTRO
Massimo Filippi docente di Neurologia presso l’Università San Raffaele di Milano e socio fondatore di Oltre la Specie
Massimo Tettamanti coordinatore nazionale del progetto ITALIA SENZA VIVISEZIONE
Carlo Prisco ideatore dell’Eusebismo e responsabile LAV Milano

CONTRO TEST Dr. Massimo Tettamanti

Dunque ci siamo incontrati per fare un CONFRONTO SCIENTIFICO se ben ricordo, per tanto mentre la dr. Agnese Collino elenca il numero dei minuti che la RAI dedica agli “ANIMALISTI” devo dedurre che questo sia un dato scientifico e chiarisca le idee a molti…
Anche se devo darle atto, che secondo la sua documentazione scientifica, molte delle foto usate per campagne contro la Vivisezione, sono di origine discutibile o tanto meno poco contestualizzate.
Ed ecco che poi con molta indifferenza insultare tutti nella sala!!! SI!!!
Perche’ mi sento offeso dall’indifferente saccenza con cui la Dottoressa Collino dopo aver elencato tutte le sevizie somminastrate alla povera gatta Double Trouble che, parole sue che potete sentire su radiobau.it “questa immagine, trafugata dalla PETA (perche’ diversamente non l’avreste mai mostrata) mostra la gatta nell’immediato post opertorio, quindi e’ un immagine forte (ALLORA LO SAI!!!!) questa impalcatura che vedete serve solo per tenere il gruppo di ELETTRODI.(impiantati nella calotta cranica) La tuta e’ SOLO contenitiva perche’ la gatta non si faccia del male strappandosi gli ELETTRODI. Come vedete la gatta ha il gruppo di ELETTRODI, ma non sembra accorgersene”
Con un coraggio da Crudelia Demon, la Collino rincalza dicendo “Posso spiegarVi perche’ non sente male? Perche’ non ci sono i recettori del dolore nel cervello e non si puo’ sentire male!!!!” Applausi grandi Applausi meritati… PER IL CORAGGIO DI DIRE UNA COSA DEL GENERE!!!!
Infatti quando prende la parola Carlo Prisco della LAV, suggerisce a tutti di metterci in lista per farci mettere degli Elettrodoti nel cranio, perche’ tanto ne possiamo solo trarre solo dei benefici e giovarne di salute!!!
Ed a tal proposito vorrei aggiungere del mio suggerendovi di cercare su GOOGLE-immagini, inserirendo Double Trouble cat per vedere le immagini di come sia finita poi la divertita gattina…

PRO TEST – Silvio Garattini ; fondatore e direttore dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri,

A seguito della fin troppo Scientifica spiegazione del Dr. Massimo Tettamanti sul perche’ finanziare nuovi metodi di sperimentazione, non cruenti, con il divertente e consolidato esempio di come si testa la Diossina… risponde il Dr. Garattini del dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri che a dire la verita’ non risponde a nessuno degli argomenti del Dr. Tettamanti e gioca il Jolly dichiarandosi nemico delle Aziende Farmaceutiche (per chi sperimenta allora?) e poi segue una altra volta la tediosa quanto penosa arringa su quanto i PRO TEST siano penalizzati e sminuiti e non possano mai parlare in pubblico a difesa della loro scienza.
Peccato che io ricordi almeno 3 conferenze alle quali non si sono presentati e mentre Garattini parla nell’aula A19 tutti lo stanno ascoltando…
Anche perche’ credo che ieri sera sia riuscito a coniare una sua nuova massima che resta degna di nota “I vantaggi che abbiamo avuto dal punto di vista sulla sperimentazione animale, dipendono da quello che hanno fatto i ricercatori e non gli animalisti. Perche’ se abbiamo diminuito il numero di animali da sperimentare, siamo NOI che abbiamo trovato il modo per diminuirlo!!!” E con questo direi che vi rimando alla replica della conferenza che potete ascoltare “senza trucchi” in replica qui su Radiobau!!!
(Davide Cavalieri…in attesa di avere gli elettrodi impiantati nella calotta cranica)

Tags: , , , , , , , , , , , , , ,

37 Comments

  1. FRECCIA 45 says:

    Ti ringraziamo Davide per questo articolo

    • Ha,ha,ha…avendo trapanato il cranio di quella povera gattina , secondo quella disgraziata assasina Agnese Collino, avendo studiato per tanti anni, non ha imparato neanche un semplice mal di testa. No,no, sicuro che non li faceva male; per divertimento aveva le pupille disuguali, pativa la fame, aveva un giubotto di forza per non farsi del male, quando era gia` mezzo morta !!!! Ma a chi vuole farla bere questa fandonia ?!?! Meno male, che qualcosa scappa da quei laboratori dell`orrore. Auguro a lei una corona di fili in testas; tanto non fa` male !

    • davide.cavalieri says:

      Grazie a Voi per la Battaglia in essere!

  2. Shiranee Tettamanti says:

    Grazie per il bellissimo articolo. Si scrive così bene… sempre!

    • Non ci riesco a credere: Non ci sono ricettori del dolore nel cervello…Allora l`emicrania e un`invenzione ?

      • “Per mal di testa o cefalea si intende il dolore provato in qualsiasi parte della zona della testa o del collo. Può essere un sintomo di diverse patologie. Il tessuto cerebrale di per sé non è sensibile al dolore, poiché manca di recettori adatti, perciò il dolore è percepito per via delle perturbazione delle strutture sensibili che si trovano intorno al cervello.”

        Tratto dalle prime tre righe sulla pagina di wikipedia del mal di testa, eh. Ma aprire un libro ogni tanto, signora Leiah?

      • Federocp says:

        L’emicrania è un aumento di pressione nei vasi sanguigni e conseguente dolore intracranico. Oppure è stato visto è un problema neurologico infatti ,Alcuni ricercatori ritengono che la depressione corticale propagata possa stimolare i nervi del trigemino, perché durante la fase di ipereccitabilità rilascia neurotrasmettitori, che con il loro ruolo di messaggeri, inducono il nervo del trigemino alla trasmissione dei segnali di dolore. Lasciate parlare medici e ricercatori di ricerca, voi tornate a pettinare le bambole della disney.

      • Nel cervello non ci sono recettori del dolore…documentati prima di scrivere, grazie

      • Beh, in realtà è abbastanza ovvio: il cervello è “compresso” nella scatola cranica, immagini a che dolore assurdo saremmo sottoposti costantemente se potesse provare dolore? Il cervello non ha i ricettori del dolore, questo è appurato; peraltro non sarebbe utile sentire dolore al cervello, perché un danno fisico si ripercuoterebbe in ben altro modo.
        I dolori “alla testa” sono dovuti a quello che avvolge il cervello (le meningi), non certo al cervello stesso.

  3. Scusate, ma perché dalla replica “senza trucchi” è stato tagliato l’intervento di Filippi?

  4. aldo sottofattori says:

    Incredibile come non ci sia nessun accenno alla relazione di Massimo Filippi che ha rappresentato il clou della serata. Ma la spiegazione c’e’. L’animalismo non ha un “pensiero” serio e quando si trova di fronte ad esso, fugge a gambe levate. Molto triste…

  5. Grazie per articolo…
    Meno male, che qualcuno e` riuscito a trafugare l`immagine della povera gattina Double-Truble. Dunque, secondo la Collino,1.) il cervello non ha ricettori di dolore. 2.)La gattina portava il giubotto per non farsi del male ?!?! Le auguro che un giorno le mettano sulla testa un impalcatura di felicita` sulla testa. Laboratori Satanici, altro che Catolici !

  6. Perche` cercate di moderare il mio commento ? La verita` fa` male ?

  7. Ahime’, se non ricordo male c’e’ stato un intervento estremamente profondo, sul cambio di prospettiva dell’approccio alla SA – quello dalla parte degli INERMI, di chi e’ prigioniero – del Prof. Filippi, qui neppure menzionato. Spero vivamente che il contributo video “senza trucchi” NON OMETTA “distrattamente” cio’ che qui e’ stato “dimenticato”. Grazie

    • davide.cavalieri says:

      Ciao Silvana, non e’ stato dimenticato….non essendo piu’ presenti in Sala abbiamo preferito parlare solo delle cose che abbiamo visto e sentito.
      Rispettando il nostro stile e chi ci legge.

  8. Dov’è possibile ascoltare la replica “senza trucchi”? Grazie.

    • davide.cavalieri says:

      Occorre fare una precisazione SERIA
      – La Replica dell’audio registrato in sala alla Sapienza verra’ rimandato la settimana prossima!
      – E’ senza la parte di Filippi, che non e’ stata REGISTRATA per motivi di tempo…
      Nessuno QUI’ nasconde nulla, come qualcuno vuol fare interdere, e mi chiedo a quale scopo!
      Verranno forniti orari e giorno quanto prima
      Grazie a tutti per l’attenzione

  9. Ho saputo che impiantano elettrodi nel cervello anche negli umani….terribile
    Qui c’è un video:

    http://www.youtube.com/watch?v=WV0bJkk86pw

  10. Una vittoria schiacciante, come i francesi nella battaglia della somme!

  11. Comunque, è VERO che non ci sono recettori del dolore nel cervello. Questo organo serve come ri-elaboratore di informazioni visivi, uditive, tattili ecc. prese da altri distretti del corpo. In effetti è un “problema”: ad averceli ci accorgeremmo più in fretta se avessimo un’emorragia cerebrale! Solo la cute sopra alla calotta cranica li presenta, ma vengono anestetizzati localmente.

  12. Ma voi di RadioBau avete la minima competenza scientifica? Il cervello non dispone di recettori del dolore, paradossalmente una coltellata nel cervello non fa male, ma ci ammazza comunque, e velocemente, aggiungo. Infatti il cervello integra le informazioni dolorifiche della periferia, non ha egli stesso esperienza sensoriale. Quello che fa male, in quanto fornito di nocicettori -i recettori del dolore- , è la calotta cranica, col cuoio capelluto, e i vasi cerebrali.
    Dimostratemi il contrario, perché avrei tutti i libri su cui sto studiando per diventare medico da riscrivere… …se invece non lo potete dimostrare, abbiate la decenza di cambiare questo articolo becero.

    • davide.cavalieri says:

      GIACOMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      Abbiamo riportato cosa ha detto la Dottoressa COLLINO!!!!!!!!!!!!!
      Per spiegare quanto queste persone siano fuori strada!

      Ogni giorno Radiobau e’ contro la Vivisezione!!!!
      Temo tu non abbia capito!!!!!

      • Io so benissimo che RadioBau è contro la vivisezione, lo sono anche io. Ciononostante, voi avete pubblicato un articolo in cui si lascia intendere che quanto riportato dalla dottoressa Colino sia erroneo. Se ho ben compreso questo articolo, voi sostenete infatti che sia assurdo assumere che gli elettrodi impiantati nel cervello non facciano male.
        Vi informo di nuovo che invece è proprio così, NON fanno male, per i motivi che vi ho spiegato sopra.
        Potete rendervene conto osservando questo video, in cui si vedono gli eccezionali progressi ottenuti mediante la stessa tecnica su uomo, che mitiga in maniera eccezionale il Parkinson. Pur avendo un elettro impiantato nei gangli della base (sì, alla base, conficcati fino al fondo del cervello) NON prova dolore.
        https://www.youtube.com/watch?v=MEBdXbZ5CDM

  13. Cito una risposta ripetuta più volte, dato che il mio reply non viene ammesso per questioni di censura:
    “Ciao Silvana, non e’ stato dimenticato….non essendo piu’ presenti in Sala abbiamo preferito parlare solo delle cose che abbiamo visto e sentito.
    Rispettando il nostro stile e chi ci legge.”

    Il rispetto per lo stile e i lettori non dovrebbe semmai prevedere un resoconto completo di un evento, e non soltanto quello di una sua parte che, per coincidenza, è quella utile alla causa di chi scrive?

    E premetto che non sto entrando nel merito della questione del dibattito, ma pongo una domanda prettamente etica sull’informazione.

  14. Susanna Chiesa says:

    Complimenti per l’articolo !
    MASSIMO TETTAMANTI unico ed impareggiabile !

  15. FRECCIA 45 says:

    ITALIA SENZA VIVISEZIONE
    Togliamo i soldi ai vivisettori e avremo raggiunto un fondamentale obiettivo !!!
    http://www.italia-senza-vivisezione.org

  16. hai scritto bene Giacomo, il cervello non sente dolore ma una coltellata uccide comunque. Ma la Dr.ssa ha detto “che la gattina stava benissimo, non poteva stare meglio”. La gattina stava malissimo e non poteva stare peggio e chi conosce bene questa storia come noi pazzi animalisti sa che Double Trouble è stata ridotta in pezzi, non è esplosa perché scoppiava di salute. E poi far cancellare il video dell’università e non mostrarlo on line, non vi sembra una bassezza degna di voi? questo dimostra la VOSTRA TOTALE PAURA avete toppato ed adesso cercate scuse assurde.

  17. Inizio a innervosirmi x le bieche diffamazioni via fb degli amichetti dei 4 studentelli più un paio di professori che con vari artifizi comunicativo-propagandisti ci dipingono cosi:”Se un camionista con la quinta elementare (non me ne vogliano gli autotrasportatori), ascoltasse un fisico e un chimico che parlano dei principi che permettono la trasformazione degli elementi chimici, presenti nel carburante, in energia che poi viene trasmessa al suolo, superando la forza d’inerzia e l’attrito, potrebbe tranquillamente dire di aver ascoltato due imbecilli che parlavano di stupidaggini incomprensibili; dopodiché salirebbe sul suo camion, dopo aver fatto il pieno, ingranerebbe la prima, e si rimetterebbe tranquillamente in marcia, rimuginando tra sé e sé, quanto imbecilli fossero il chimico e fisico.”su https://www.facebook.com/pages/Vivisezione-e-Sperimentazione-Animale-verit%C3%A0-e-menzogne/548684548518541?fref=ts
    Vorrei dire a questi tracotanti antidemocratici propagandai pro-sa che ormai in molti non si bevono più le loro “fittizie verità preistoriche”. Io per esempio sono ex studentessa di veterinaria e parente di malati gravi, approfondisco direttamente i progetti di ricerca, purtroppo in maggior parte riguardanti la sa (con cui vengono continuamente sprecati i nostri soldi) che , come unico lato positivo hanno la facoltà di far prendere finanziamenti a chiunque, per decenni, senza uno straccio di dato utile per i nostri malati umani.
    Qeusti fantomatici paladini della vera scienza, dei malati e della ricerca sono talmente democratici, sicuri di sè e onestamente interessati alle storie dei pazienti che si coalizzano per far perdere il patrocinio a conferenze dove diabetici raccontano le loro storie!!Imabavagliano anche qualsiasi cosa non rientri nel prendere una pillola o un vaccino! Fanno finta che la prevenzione sia stregoneria!!Fanno finta che la lotta contro la s.a. sia sono degli animalisti e non anche di scienziati e malati!!!Ma come fanno ancora a dargli spazio sui media??? https://www.facebook.com/ProTestItalia “Dopo avere inviato (insieme a molti altri cittadini) diverse mail di protesta al Comune di Brescia per il Patrocinio concesso all’Associazione “Oltre il diabete” che propagandava cure pseudoscientifiche per la guarigione dal diabete, riceviamo con immenso orgoglio la seguente lettera a dimostrazione che qualcosa si può sempre fare!” . A parte il fatto che se proprio non gli frega nulla della storia di alcuni malati avrebbero semplicemente potuto non andarci o chiedere un contraddittorio,dopo aver letto questo ho la nausea!Ma non tanto per loro, poichè capisco che la fame di un posticino fa gola e a volte rende alcuni individui capaci di qualsiasi bassezza, inoltre capisco la paura che alcuni provano visto che se non ci fosse la sa il campo della ricerca sarebbe molto più meritocratico, ma la nausea mi viene perchè gli viene dato spazio come fossero una fonte attendibile!!Ma è da tempo che ho perso fiducia nella maggior parte dei mass-media.

Leave a Reply