Manifestazioni

16 OTTOBRE, GIORNATA NAZIONALE DEL CANE GUIDA

Il 16 Ottobre si celebra la Giornata Nazionale del Cane Guida istituita dall’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti per richiamare l’attenzione sull’importanza di questi preziosi animali e diffondere una cultura dell’accoglienza e del rispetto delle regole. In pochi, infatti, sanno che ogni giorno in Italia ci sono ancora troppi episodi di discriminazione verso questo speciale amico a quattro zampe, con casi frequenti in cui al cane guida e di conseguenza al suo conduttore cieco, è impedito di salire su un autobus o su un taxi, di accedere a un luogo pubblico o di soggiornare in un albergo, malgrado questi diritti siano previsti dalla legge.

Quest’anno si tratterà di un’edizione speciale perché la XV Giornata Nazionale del Cane guida sarà parte integrante delle celebrazioni del Centenario dell’UICI che da ottobre in poi toccherà diverse città italiane.
Tra le iniziative, un ampio momento di riflessione, che si terrà in modalità on line, con le scuole italiane di addestramento dei cani guida, gli operatori, le istituzioni, le famiglie affidatarie e una speciale edizione della consegna di tre cani guida organizzata a Messina dalla scuola di addestramento cani guida H. Keller che si terrà giovedi 22 ottobre.

“Con questa Giornata – dichiara il Presidente di UICI Mario Barbuto – come Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti vogliamo ricordare quanto questi cani, così meravigliosi e capaci, siano un ausilio indispensabile per l’autonomia e la qualità della vita delle persone con disabilità visiva. Un momento di celebrazione quindi per riaffermare l’utilità del cane guida, ma anche segnalare la necessità di potenziare le scuole di addestramento e promuovere la diffusione di una cultura di convivenza tra cani, conduttori e popolazione”.

La XV Giornata Nazionale del Cane Guida ricorda a tutti il diritto all’accesso libero dei cani guida nelle nostre città come sancito dalla legge n.37 del 1974, integrata e modificata dalle leggi n. 376/1988 e n. 60 del 2006. Queste disposizioni consentono al non vedente di entrare in tutti i luoghi aperti al pubblico e di salire sui mezzi di trasporto, senza costi aggiuntivi o limitazioni, fatto salvo l’obbligo della museruola. In questo quadro, l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti ha anche elaborato un Decalogo su come comportarsi presenza di un Cane Guida.

Un Cane guida, generalmente labrador o golden retriver, è sottoposto a un delicato periodo di addestramento della durata minima di 6 mesi, preceduto dall’affidamento a una famiglia che gli insegna le regole di base di comportamento. L’addestramento ha costi molto elevati, quantificabili in diverse migliaia di euro per singolo cane. L’Italia vanta un patrimonio di competenze di grande valore per i non vedenti e le loro famiglie, ma il numero dei cani addestrati ogni anno è del tutto insufficiente. Ci sono infatti solo 5 strutture abilitate alla formazione (“Helen Keller” di Messina, Scandicci in provincia di Firenze, Limbiate in provincia di Milano, Selvazzano in Provincia di Padova, Campagnano in Provincia di Roma) che possono esistere solo grazie all’aiuto di fondi regionali o al sostegno di enti benefici.

In Italia si contano circa 360.000 ciechi assoluti e oltre 1.500.000 persone con deficit visivi gravissimi, mentre nel mondo sono 235 milioni gli ipovedenti, il 4% della popolazione, di cui 35 milioni di ciechi assoluti (dati OMS).

***********

L’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti è la maggiore associazione italiana impegnata nella rappresentanza e tutela gli interessi morali e materiali dei quasi 2 milioni di persone cieche o ipovedenti del nostro territorio (360.000 ciechi e oltre 1,5 milioni di ipovedenti). L’UICI, tramite i suoi numerosi strumenti operativi, persegue lo scopo della piena integrazione sociale e lavorativa dei non vedenti nella società, presentando numerosi servizi orientati a tal fine

Tags: ,

Leave a Reply