News

8 Novembre 2017 approvata la legge che prevede il divieto di utilizzo di animali negli show circensi o in spettacoli itineranti.

In oltre 50 paesi del mondo, lo sfruttamento animale nello spettacolo circense è già vietato.

In Italia siamo sulla via di un  “graduale superamento”: l’Aula della Camera dei Deputati ha approvato, in via definitiva, la Legge del Codice dello Spettacolo n.4652, confermando il testo uscito dal Senato.

Su questa Legge, il Governo è tenuto a formulare un Decreto Legislativo entro la fine del prossimo anno.

Una vera svolta considerato che su questo tema, la legge italiana è rimasta praticamente immutata dal 1968. Una inerzia a livello legislativo in forte contrasto con la sempre maggiore consapevolezza confermata da un numero sempre più crescente di cittadini sensibili alla tematica: l’ultimo Rapporto EURISPES ha rilevato che il 71,4% degli italiani è di fatto contrario all’uso di animali nei circhi.

Da decenni molte associazioni che si occupano di diritti degli animali, chiedono la loro liberazione. Gli animali infatti sono costretti a svolgere coercitivamente attività che non sono certamente consone alla loro natura, in condizioni di schiavitù e prigionia, trasportati per chilometri in gabbie e camion.

Nel nostro paese non esiste un Registro Nazionale pubblico che dia indicazioni sul numero di animali detenuti nei circhi. Secondo il Rapporto 2017 dell’Istituto di Ricerca CENSIS commissionato dalla LAV e attraverso un monitoraggio sul territorio, si è stimato che attualmente in Italia ci sono circa 2000 animali detenuti in circa 100 circhi. Si è inoltre rilevato che le attività circensi detengono un numero elevato di animali provenienti da specie in via di estinzione come elefanti, tigri, leoni, ippopotami, rinoceronti e altri.

Una vittoria per tutti e in particolare per la LAV che che da anni si batte per tutelare la salute degli animali negli ambienti del circo, per l’abolizione del finanziamento pubblico agli spettacoli con animali e alla riconversione del settore Circhi in attività animal free.

#unbelpassoavanti è l’hashtag utilizzato dall’associazione per lanciare la notizia e diffonderla sui canali social.

Dopo decenni di silenzio sul tema da parte di Governo e Parlamento, salutiamo positivamente la trasformazione in Legge di questo impegno, un importante passo in avanti verso la tutela degli animali e il rilancio a uno spettacolo davvero umano– dichiara la LAV – il bicchiere del provvedimento è mezzo pieno grazie all’estensione non solo ai circhi ma anche agli spettacoli viaggianti, come da noi proposto, della previsione del graduale superamento dell’utilizzo degli animali. La parte più retriva del mondo circense ha provato a far cancellare questo importante comma fino all’ultimo, senza riuscirci”.

Vigileremo tutti affinché questo principio venga applicato con una data certa per la salvezza definitiva degli animali.

Tags: , , ,

Leave a Reply