Radio

Piacere Cosetta!

E’ una caldissima domenica, e se devo essere sincero starei a casa sul divano a guardare la televisione con la mia gattina seduta a fianco ed il ventilatore lontano che getta un leggero alito di freschezza, ma ho promesso a dei miei amici che sarei andato a trovarle anche solo per un saluto.
Prendo lo zaino del lavoro, e vado… una promessa e’ una promessa!!!
Arrivo all’idroscalo parcheggio, due passi e sono li’ nella zona dell’evento, ospiti delle Giacche Verdi Lombardia ci sono i Volontari di LIDA Olbia, i miei amici appunto!
Questi eventi sono un occasione vera per incontrare i vecchi amici che sono stati ospiti del rifugio di Olbia, ed anche una opportunita’ per raccogliere fondi per i nuovi ospiti dello stesso rifugio. Quando mi intrufulo alla festa, Cinzia sta presentando i cani che partecipano alla sfilata, di pochi si fa raccontare particolari di vita dagli umani, mentre della maggior parte dei partecipanti conosce tutto, un po’ per amore di quello che fa, un po’ per la magia di Facebook che rende tutti amici senza essersi mai visti in faccia!
Prendo la telecamera faccio qualche ripresa, qualche foto finche’…”Davide, grazie di essere venuto
Mi hanno beccato!!! Una parte di me voleva restare in incognito, per fotografare tranquillo i musoni dei cani, ma in fondo ero qui per salutare, giusto no???
Ed e’ cosi’ che in breve tempo partecipo alla festa da protagonista, ridiamo, scherziamo, presentiamo i cani… forse e’ la cosa che so fare meglio.
Fra una premiazione e l’altra mi metto all’ombra, il sole e’ cocente per i miei gusti ed e’ qui che si avvicina una signora bionda che mi presenta “ciao Davide sono Cosetta”, non ci va’ molto a capire che la signora in questione e’ Cosetta Prontu e per me e’ un onore, un piacere, una sorpresa a dirla tutta!
Delle persone non mi colpiscono sempre le stesse cose, c’e’ chi resta colpito dagli occhi, chi dalle mani, chi dalla voce, a me colpisce la persona, la complessita’ della persona nelle sfaccettature.

Cosetta mi racconta dei suoi cani, della sua struttura del lavoro che ogni giorno va fatto “La gente non ha idea cosa vuol dire stare dietro a 700 cani, dare da mangiare a tutti due volte al giorno, tenerli puliti” mi dice queste cose mentre ha in braccio un cagnolino che ha portato con se da Olbia per darlo in affido, lo bacia lo accarezza come fosse suo figlio, mentre la guardo penso a quante volte anche noi baciamo il nostro cane o gatto come fosse nostro figlio o fratello, intanto lei continua a raccontare mentre mi presenta i suoi collaboratori, e per la prima volta mi rendo conto che per Cosetta tutti i suoi cani, ma proprio tutti; i 700 che accudisce ora, più ‘ tutti quelli adottati negli anni, sono FIGLI SUOI!
Conosce tutti i nomi di ogni animale che ha avuto fra le mani, lo stato in cui li hanno accolti, spesso incidentati, malati, malconci e lei li ha curati e trovato casa ad ognuno, come potrebbe dimenticare il nome, il muso, gli occhi…
Mi stacco un attimo per cercare dell’acqua, faccio un giro nella fattoria delle Giacche Verdi, Giuseppe Scabioli il presidente mi presenta i suoi cavalli, il suo maiale, c’e’ perfino un agnellino arrivato da Amatrice la sera prima, tornero’ a trovarlo con calma e rientro alla Festa pensando di fare rientro a casa!
Mi avvicino a Cosetta e le dico che per me e’ tardi e lei “E NO!!! c’e’ la torta, devi mangiare la torta!!!” e dopo un po’ arriva la torta o meglio le torte; tre alla frutta per gli umani, una al cioccolato vegana ed una più piccola per i cani.
E cosi’ che Cosetta si mette li e taglia la torta per tutti!!!! Si si proprio per tutti, e non ho quasi vergogna a chiederle una fetta più grossa perché sono goloso…La festa volge al termine, torno a casa mia, con un pensiero per la mia micia, felice di essere uscito di casa ed avere tenuto fede alla mia promessa, perché sara’ una banalita’ ma fra persone che parlano la stessa lingua ci si sente a casa.
Mentre rientro a casa, mi viene un pensiero “Cosetta si ricordera’ anche del mio nome…credo di si'”
(Davide Cavalieri)

Tags: , , , ,

Leave a Reply