SOS BAU

Progetto di relazione sulle norme minime per la protezione dei conigli d’allevamento

Compassion in World Farming (CIWF) Italia Onlus è l’unica associazione italiana no profit che lavora esclusivamente per la protezione e il benessere degli animali allevati a scopo alimentare.
La mission di CIWF è quella di mettere fine all’allevamento intensivo, maggior causa di crudeltà verso gli animali sul pianeta. Allo stesso tempo, CIWF promuove pratiche di allevamento rispettose del benessere degli animali, dell’ambiente e delle persone.
Il loro approccio è pluridisciplinare e mette in evidenza i legami esistenti tra benessere animale, salute pubblica, sicurezza alimentare e problematiche ambientali, proponendo alternative percorribili all’allevamento intensivo.

Il 25 gennaio i membri della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo saranno chiamati a votare il Progetto di relazione sulle norme minime per la protezione dei conigli d’allevamento del parlamentare tedesco Stefan Eck – con il quale CIWF ha  lavorato a stretto contatto – che potrebbe aprire la strada alla tanto necessaria legislazione a tutela dei circa 320 milioni (stima Faostat) di conigli in UE.
Un voto storico dunque, e un’occasione imperdibile per assicurare una legislazione a protezione dei conigli allevati in Europa. Per questo dobbiamo mandare un messaggio chiaro e forte ai parlamentari membri della Commissione Agricoltura affinchè sostengano il progetto di relazione e garantiscano a questi animali, in tutta Europa, la protezione che si meritano e di cui hanno disperatamente bisogno.

L’iter della legge sarà lungo, pieno di insidie e possibili ostacoli: gli interessi dei grandi gruppi industriali potrebbero avere la meglio sul benessere degli animali.
Quindi non sarà facile uscirne vittoriosi ma, se restiamo uniti, possiamo farcela!

Aiutiamo CIWF a raggiungere questo primo, fondamentale traguardo: manda una mail ai parlamentari italiani della Commissione Agricoltura, chiedendo di votare a favore del benessere dei conigli.
L’eliminazione per legge delle gabbie per i conigli è un sogno che potrebbe diventare realtà e segnare per sempre la fine dell’era delle gabbie per questi animali in Europa.
Entra in azione e chiedi ai deputati della Commissione Agricoltura di schierarsi a favore degli animali e di un sistema di allevamento che metta al centro il loro benessere.  CLICCA QUI’!!!
In Italia la situazione per il benessere dei conigli resta drammatica.
E anche i produttori, soprattutto i piccoli, sono in difficoltà: il settore cunicolo, in Italia così come in UE, è in crisi da molti anni. È per questo che proprio il passaggio a sistemi più rispettosi del benessere potrebbe rappresentare un’occasione per riprendere il dialogo con quei consumatori che, stando all’ultimo Eurobarometro sul Benessere Animale, sono sempre più attenti alla qualità dei prodotti, intesa come rispetto del benessere degli animali.

Sistemi alternativi alle gabbie sono già disponibili: si tratta dei cosiddetti sistemi park, recinti con pavimento confortevole, in cui i conigli da ingrasso possono saltare, stendersi, nascondersi, esprimendo i propri comportamenti naturali. I sistemi park sono stati già adottati dalla legislazione belga.

Perché i conigli in gabbia soffrono

I conigli vengono allevati in gabbie di batteria in cui per muoversi hanno a disposizione uno spazio che spesso non è nemmeno grande come un foglio A4. Non possono saltare, balzare, stendersi lateralmente per riposare, non possono neanche stare seduti sulle zampe posteriori (la loro posizione naturale) e nemmeno stare eretti. Le gabbie, costituite interamente in rete metallica, possono ferire le loro zampe.
In condizioni così estreme i conigli hanno un altissimo rischio di contrarre infezioni e ammalarsi e la mortalità negli allevamenti può raggiungere il 30%. Esistono delle gabbie “migliorate”, tecnicamente definite “arricchite”, ma la qualità del benessere dei conigli in queste gabbie, anche con una gestione eccellente, resta scadente: una gabbia resta sempre una gabbia.

Metodi alternativi di allevamento

In altri Paesi europei, come il Belgio e la Germania, sono stati sviluppati anche a livello industriale metodi di allevamento alternativi alla gabbia, in cui i conigli possono esprimere gran parte dei loro comportamenti naturali.
In Belgio, su pressione dell’opinione pubblica, è stato creato un metodo di allevamento al coperto in cui i conigli hanno piattaforme su cui saltare, tubi in cui nascondersi e un pavimento in plastica che non ferisce le loro zampe. In questi allevamenti i conigli non sono trattati con antibiotici di routine, vengono curati solo se si ammalano, e la mortalità scende al di sotto del 10%.
La stessa direzione verso un allevamento in recinti è ormai intrapresa anche in Germania, grazie alla pressione dell’opinione pubblica e all’iniziativa di allevatori virtuosi e di alcuni supermercati.

Compassion in World Farming Italia OnlusSede Legale
Galleria Ugo Bassi 2 – Bologna

Tags: , , , , ,

Leave a Reply