News

Troppo Caldo? Cambia Alimentazione, funziona!

Mara Di Noia e Pepita Da qualche giorno è iniziato il tormentone che ci consiglia di bere molta acqua, mangiare molta frutta e verdura e di non uscire nelle ore più calde per far fronte alle alte temperature.
Possiamo fare di meglio!
Consumare si frutta e verdura fresca in quantità ma anche limitare alcuni cibi ci permette di sopportare meglio il caldo.
Ad esempio limitare il latte e i formaggi soprattutto quelli stagionati, ricchi di sale, in questo periodo ci aiuta sicuramente.
Esistono per il latte numerose alternative vegetali a base di legumi, come il latte di soia, di cereali, come il latte di riso, di farro, di avena, di frutta secca, come mandorla e nocciole.

Ci aiuta molto anche limitare la carne rossa: in realtà il cibo animale è più ricco di grassi che di proteine, pertanto d’estate la presenza di grassi non ci aiuta, perché tende di sicuro a dare calore ulteriore al nostro organismo, che invece è molto impegnato a disperderlo.
Un altro ingrediente che ci aiuta è il cereale integrale: i chicchi di riso, farro, orzo, avena, grano saraceno, quinoa, ci permettono primi piatti sempre diversi, nutrienti, ma leggeri, da condire in mille modi e che non ci lasceranno mai appesantiti, soprattutto se consumati in una pausa pranzo di lavoro, sempre veloce.
Si possono condire in mille modi, con verdure cotte e crude, saltate in padella, al vapore.
A questa base possiamo aggiungere olive, come ottima fonte di olii sani e vitamine del gruppo B, e tutti i legumi che conoscete, fagioli, lenticchie rosse, lenticchie verdi, cannellini, fave, azuki, mung e chi ne ha più ne metta, conditi con olio extravergine di oliva e un pizzico di sale.
Questo piatto unico vi sazierà fino a sera e vi permetterà di sentirvi forte come un samurai.
Anche la sera potete mangiare questo piatto, con un contorno o due di verdure, o quante ne volete voi, e non avrete mai problemi di peso, ritenzione idrica, colesterolo alto e via discorrendo.

Il cereale integrale rende giustizia alla nostra glicemia, mantenendola costante durante la giornata, senza quei pericolosi picchi che sfiancano il nostro organismo e che tendono a fine giornata a stancarci moltissimo.
Se invece cerchiamo di mangiare cibi che mantengono in valori costanti la nostra glicemia, metteremo già il nostro organismo in condizioni di sopportare meglio un periodo climatico faticoso.
Questi consigli valgono per tutti e per tutto l’anno: non riuscire a mantenere costante la glicemia è un problema correlato alla nostra alimentazione ”moderna “, che si fonda su alimenti troppo raffinati, conservati e lavorati industrialmente, con poche fibre e troppe calorie, con troppo sale e troppo zucchero.
Anche l’eccesso di questi condimenti non ci aiuta per nulla ad avere un corpo sano e in salute, anzi, soprattutto lo zucchero, ci indebolisce profondamente, attivando questi picchi glicemici che per essere controllati devono mettono a dura prova le risorse del nostro organismo.
Questa semplice alimentazione, ricca di cibo sano, vero, vivo e vitale ci protegge dalle insidie dell’estate, dell’inverno della primavera e dell’autunno.
Ci permette di vivere sereni e di curarci anche a tavola, e controllare piccoli e grandi disturbi, e per chi come me ha fatto anche una scelta di tipo etico, di non mangiare animali perché non li considera più cibo, di vivere gustandosi la vita a tavola in un modo nuovo, in armonia con la nostra terra, i nostri animali e il nostro pianeta.
Per altri consigli educativi sulla corretta alimentazione www.vegachef.it
(Mara Di Noia)

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply