Radio

Primavera, Etica

Primavera-uccellinoPrimavera, la stagione della rinascita e della trasformazione.
In questa stagione tutto ricomincia o ha inizio per la prima volta, la natura rinasce sospinta da un impulso creativo e si affaccia a nuova vita.
Così facciamo noi.
Nei cieli invernali si fa spazio un timido sole che, poco a poco, si accende di vitalità. Anche la terra, al risveglio dal letargo, inizia a fremere di margherite, primule e violette; di nuovi profumi che si irradiano nell’aria.
Danzando, smossi dalla brezza primaverile, raggiungono le nostre narici, la pelle, ogni nostro organo di senso che in questo periodo dell’anno si risveglia ed esige di vivere tutto ‘ a pelle’ in maniera più istintiva, senza filtri.
Si torna ad uscire dal guscio, dai luoghi chiusi, dal tepore di casa e dalla diffidenza invernale.
Si riscopre l’epidermico piacere del sole, di nuovi guizzanti energie che traghettano verso di noi giovani stimoli di rinnovamento.
Ad ogni ora del giorno, una vocina amica ci canticchia “Forza, vai, scopri, non avere paura! Dentro di te freme un cucciolo curioso che vuole esplorare il mondo”.
Ma sappiamo che ogni rinascita richiede una grande energia facilmente spendibile, in grado di sostenere e accompagnare il moto di innovazione.
Mentre tutto germoglia e si rinnova anche noi rifioriamo ed ogni gioia, ogni dolore, ogni ricordo, impurità e pensiero, riemerge in superficie, attraverso la forza centrifuga, vigorosa, insita nella stagione.
Ecco perché è così importante arrivare preparati all’appuntamento con la primavera, l’inverno che si è concluso deve averci visti più raccolti, introspettivi, alimentati con legumi, zuppe calde, cereali integrali, semi e agrumi di stagione.
Ora è il momento dei colori, degli antiossidanti contenuti nella frutta più colorata: fragole, nespole, albicocche, kiwi, mandarini.
Ma è anche il momento delle ‘pulizie generali’.
Gli organi della primavera sono quelli correlati all’elemento Legno: fegato e cistifellea, dei quali dobbiamo prenderci cura con maggiore attenzione.
le-buone-azioni-del-cardio-mariano-sul-fegatoEcco che ci possono tornare di grande aiuto le piante epatiche, come il carciofo, il cardo mariano, il tarassaco, sottoforma di infusi, decotti, tinture madre, ma anche in insalata.
La pulizia deve essere interna (piante epatiche; centrifughe di asparagi, barbabietole, broccoli; frutta e verdura di stagione 5 volte al dì; alimentazione tendenzialmente vegana-crudista) ma deve coinvolgere anche le sfere della nostra socialità, del nostro vivere con gli altri.
Questo è il periodo preferenziale per apporre cambiamenti, anche radicali, nel nostro stile di vita e soprattutto per rimuovere le ‘cattive erbacce’ quelle infestanti che limitano i nostri slanci vitali.
Belle camminate all’aria aperta con i nostri amici a quattro zampe, percorsi insoliti, week-end a contatto con la natura, scoperte, piccole o grandi che siano… spalanchiamo i nostri cuori alle belle occasioni di crescita e condivisione, evitando le frequentazioni con gli individui-palle-al-piede e le ‘sanguisughe’.
Questo è il momento di lasciare andare ‘ciò che non ci serve più per la nostra crescita spirituale’. Che siano persone, parenti, vecchi amici e collaboratori, situazioni lavorative, cattive abitudini alimentari, per i nostri equilibri psicofisici non fa alcuna differenza.
Solo lasciando andare il vecchio è possibile lasciare lo spazio necessario a nuove energie, e attuare così quella meravigliosa Ri-nascita che la primavera suggerisce.
Teresa Giulietti ti aspetta ogni giorno su Radiobau con BELLEZZA ETICA alle 10:25 ed alle 18:25
Teresa Giulietti

Tags: , , , , , , , , ,

Leave a Reply