Gossip

I Gatti di Istambul

istanbul_tr7av.T0Viaggiando per il mondo chissa quante volte vi sarete soffermati a coccolare un micio che sembra apparso come per magia dal nulla….
Al Colosseo a Roma, per strada vicino a la Gare du l’est a Parigi, andando in spiaggia a Mikonos, o sugli scogli di Monterosso in Liguria
Se amate viaggiare ed i gatti non potete trascurare Istanbul!
In questa citta’, che voglio ricordarvi essere una delle piu belle al mondo, i gatti sono dappertutto, anzi ci piace pensare che siano loro i veri abitanti della città… ovunque si trovino conservano ed irradiano quella calma, quella pace e quel volersi bene tipico dei gatti.
Gli abitanti umani di Istanbul sono estremamente generosi con i gatti: li sfamano, li aiutano se malati, li coccolano e si fanno coccolare da loro, si occupano della loro igiene.3622600344_301cd399e5
Alla Basilica di Santa Sofia vive una coloratissima colonia di circa 20 gatti, ed proprio stato uno di questi gatti ad attirare l’attenzione del Presidente Obama che lo ha visto passeggiare “tranquillamente” tra le navate.
I gatti di Istanbul non sono di nessuno o meglio, sono di tutti, ma prima di tutto sono padroni di sè stessi:)
La religione islamica tradizionalmente è molto legata ai gatti:
Anche Maometto, il grande profeta dell’Islam aveva una gatta, Muezza che teneva sempre in grembo mentre predicava.
Secondo una leggenda la gatta avrebbe aiutato Maometto a catturare un serpente che si era intrufolato nella manica della sua tunica,
per questo il gatto é considerato un’animale quasi sacro .
Istanbul-162Istanbul è la città d’Acqua con i canali sotterranei, gli acquedotti, i passaggi d’acqua ignoti, il mare dappertutto, una città di porto, cosi grande e popolata, dove se non ci fossero gatti, ci sarebbero i topi!
Mentre ancora mi chiedo chi siano gli ospiti l’uni degli altri, non posso fare a meno di notare come gli istanbulioti, amino incondizionatamente I gatti e chiaramente quando desiderano avere un gatto in casa, adottano i gatti di strada che spesso vengono alla porta di propria iniziativa.

La nostra gatta è un “ospite di Dio” si e’ soliti dire in Turchia, in turco “Tanri misafiri”
Termine usato anche per gli ospiti che arrivano a casa senza preavviso.

Tags: , , , , , ,

Leave a Reply