Radio

Erbolario Bestiario; Dermatiti Vescicolose

IMG_3248Secondo l’esperienza medica e in attesa del parere del veterinario, si può far ricorso ai rimedi omeopatici osservando la tipologia dell’affezione
cutanea e, in base ai segni rilevati, si potrà scegliere tra:

Rhus toxicodendron (pianta appartenente alla famiglia delle Anacardiacee): utile in caso di pelle arrossata, gonfia,con eruzioni a vescicole bollenti, che procurano molto prurito.
L’animale è molto agitato, si alza in continuazione, cambia posto nella speranza di trovare un luogo dove ritrovare la tranquillità.
Se l’ambiente è umido peggiora questa irrequietezza: tendenzialmente i carnivori sono la specie più colpita da questo modo di manifestare la sintomatologia.
Si consiglia quindi l ‘utilizzo dei granuli alla 5 o alla 9 CH – da 2 a 20 tre volte al giorno – diradando l’assunzione alla regressione del sintomo.

Croton_tiglium_-_Köhler–s_Medizinal-Pflanzen-197Croton tilium (arbusto della famiglia delle Euphorbiacee): ci troviamo di fronte ad un medicinale omeopatico utile in caso di eruzioni vescicolose con prurito molto intenso. La pelle è così sensibile e dolorosa che l’animale non riesce nemmeno a grattarsi per il dolore.
A volte le eruzioni sono più intense e numerose a livello delle regioni genitali; molto indicato nel caso di eczema genitale nella zona testicolare del cane.
Il veterinario in genere predilige questo medicinale se l’irritazione si manifesta nell’area del capezzolo con dolore molto violento, anche in caso di semplice palpazione, in molte specie animali (vacche, capre, scrofa, cagna).
Si consiglia l ‘utilizzo deigranuli alla 5 o alla 9 CH – da 2 a 20 tre volte, quattro volte al giorno – distanziando l’assunzione fin dai primi miglioramenti.
(Grazia Pagnozzi)

Tags: , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply