SOS BAU

Un bastardo e due gattini! (la storia di Anastacia e Dimitri)

Anastasia Mondo GattoQuella che vi racconteremo è una storia dalle tinte forti.
La storia di due creature indifese buttate via come spazzatura da un uomo rozzo e brutale.
Un bastardo.
Questa è la storia di Anastasia e Dimitri, scampati alla morte in extremis in un torrido pomeriggio estivo.
Ancora pochi minuti e non sarebbero sopravvissuti…
Domenica 16 agosto, ore 16,30.
Qualcuno suona alla porta del rifugio.
Lorella va ad aprire.
Le si para davanti un individuo che le tira addosso un pesante sacco di plastica intrecciata e poi scappa.
Lorella capisce immediatamente che nel fagotto ci sono dei gatti.
Lo afferra e corre verso l’ufficio, gridandoci di portare subito forbici e acqua fresca.
Depone l’involucro a terra e lo lacera con gesti convulsi.
Ai nostri occhi si presenta uno spettacolo sconvolgente: due gatti agonizzanti, con gli occhi rovesciati all’indietro, la lingua penzoloni, coperti di sangue e di bava, fradici per la condensa accumulatasi nel sacco.
Sono semisoffocati dalla mancanza d’aria e preda di un gravissimo colpo di calore.
Le zampe e la bocca sanguinano per le ferite provocate dai tentativi di lacerare le pareti della loro infernale prigione.
Sono due giovani gatti di 5-6 mesi, uno di tipo siamese chiaro e l’altro scuro.
Appoggiamo le bestiole sul pavimento.
Giacciono inerti come due pupazzi di stracci.
I loro corpicini sono squassati da tremiti violenti.
Rantolano. Scottano.
Dimitri Mondo GattoIniziamo a praticare spugnature di acqua fredda per abbassare la temperatura corporea.
Nel frattempo parte una telefonata alla veterinaria per istruzioni sulle cure d’urgenza.
La dottoressa ordina di praticare al più presto un’iniezione per sostenere il cuore e contrastare lo choc.
Corsa in infermeria per recuperare il medicinale. Iniezione.
Passano minuti interminabili, poi il loro respiro si normalizza.
Quello scuro solleva le palpebre e inizia a miagolare.
L’altro si gira sul fianco. Agitano le zampe, tentano di alzarsi ma sono troppo deboli e barcollano.
Per evitare l’ipotermia li asciughiamo con una salvietta.
I loro cuoricini battono all’impazzata. Per calmarli li mettiamo in una gabbia nell’infermeria, che è un locale fresco.
Iniziano a camminare esplorando l’ambiente, ma sono terrorizzati.
Usciamo e li lasciamo tranquilli.
A quel punto ci domandiamo chi sia stato a commettere una simile atrocità… e a Lorella viene un flash.
E’ lo stesso infame che si è presentato al rifugio una domenica di novembre, quando si raccoglievano viveri e generi di prima necessità per il gattile allagato, lasciando un sacco, apparentemente pieno di pappe.
Ma è bastato poco per accorgersi che il sacco si muoveva: e infatti conteneva 5 cuccioli di gatti, per fortuna in buona salute perché il clima di novembre non è certo rovente come a Ferragosto.
Un habitué di abbandoni brutali.
Un uomo senza scrupoli né coscienza.
La storia ha comunque un lieto fine: i due piccoli, sottoposti a cure amorevoli e assidue, si sono rimessi.
Nei successivi giorni hanno ricominciato a mangiare, dapprima imboccandoli con omogeneizzati, e poi da soli, nonostante le ferite a bocca e gengive dessero ancora fastidio.
Poco a poco hanno anche ripreso fiducia negli esseri umani.
Come ce ne siamo accorti?
Hanno fatto le fusa quando gli si portava il cibo!!
Oggi per fortuna Anastasia e Dimitri sono in forze e come potete vedere dalle foto sono meravigliosi, nonostante quello che hanno passato.
Per questo Vi chiediamo una adozione speciale…Speciale perche’ devono essere adottati insieme, e’ praticamente impossibile separarli dopo quello che hanno passato insieme e siamo certi che qualcuno aprira’ la casa ed il proprio cuore per loro due!
www.mondogatto.org
Lorella, Elena, Manuela, Maria Rosa e Paola

Dimitri e Anastacia

Dimitri e Anastacia

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply