Radio

Marco Prampolini della LEAL a Radiobau!

marco prampolini In occasione di piu’ iniziative lanciate dalla LEAL e’ stato ospite nei nostri studi Marco Prampolini il Presidente di una delle associazione animaliste storiche italiane.
Iniziamo annunciando il lancio del nuovo sito, www.leal.it.
– Sito nuovo, ma cuore storico possiamo dire…
– M.P.- Dal 1978 siamo nati su idea del nostro fondatore Pierantonio Burti che avendo vissuto qualche hanno all’estero, era entrato in contatto con la triste realta’ della Vivisezione in modo piu concreto di quello di cui si parlava in Italia all’epoca. Inizio’ con delle conferenze tenute in casa mostrando delle foto che all’epoca che sembravano arrivare da un altro pianeta!
– Tanta strada fatta. Tante cose sono cambiate, ma non bisogno mollare perche’ c’e’ ancora molto da fare…
– M.P. – Si moltissimo! Molto e’ stato fatto, molto stiamo facendo e continueremo a fare. Per esempio LEAL e’ stata precursore delle borse di studio per finzanziamento delle borse per la Ricerca Sostitutiva ed e’ un progetto che portiamo avanti ancora oggi. Ma questo e’ solo uno dei progetti portati avanti dalla LEAL siamo anche impegnati anche in un progetto di certificazione dei prodotti Cruelty Free
L’intervista con Marco Prampolini continua su radiobau, in attesa di ospitarlo ancora per altri argomenti!

LEALstopVIVISEZIONELeal Lega Antivivisezionista ha presentato il nuovo marchio di certificazione etica di prodotti non testati che offre garanzie e rispetta i diritti dei consumatori.
Il coniglio nero STOP VIVISEZIONE di Leal Lega Antivivisezionista ha debuttato ufficialmente e certificherà con assoluta trasparenza e certezza i prodotti non testati su animali. Il presidente di Leal Gianmarco Prampolini spiega: “Il nuovo marchio ha suscitato notevole interesse tra le varie case del settore perché le aziende che acquisiscono il marchio Leal, previa verifica dell’azienda certificatrice Bioagricert, non si limiteranno ad acquistare solo il logo da apporre ai prodotti, ma sponsorizzeranno le borse di studio per la ricerca sostitutiva al modello animale.”

Consulente scientifica di Leal per questa importante svolta nell’ambito dei test cosmetici su animali è la biologa Valeria Roni che durante la presentazione del marchio Leal Stop Vivisezione a Bologna, durante un convegno dedicato all’argomento ha fatto chiarezza su molti punti: ” Dall’11 marzo 2013 – spiega Valeria Roni – in Europa è entrato in vigore il divieto totale per i test su animali per i cosmetici e questo significa che in ambito UE non si possono vendere cosmetici che siano stati testati sugli animali dopo questa data: questo vale sia per il prodotto in toto che per i singoli componenti. La ricerca ed il progresso forniscono alle case produttrici strumenti tecnologici e scientifici che permettono di studiare le sostanze in modo innovativo, efficace e privo di crudeltà. Un importante esempio per tutti è un sistema di Orgonovo, azienda statunitense, in grado di produrre pelle con le stampanti 3D”.
Alla domanda “Cosa non è stato ottenuto o che cosa lascia perplessi in questa legge?” Valeria Roni ha chiarito: ” I detersivi e prodotti per la casa non sono inclusi in questo divieto di test su animali e ci sono ancora troppi escamotage per chi testa in vivo. Infatti, l’industria chimica può testare una sostanza denunciandola come componente di un detersivo e poi scoprire che può essere utile per una crema ed inserirla in seguito nella composizione del cosmetico. Inoltre un’azienda che produce e vende in tutto il mondo, potrà benissimo testare su animali in altre nazioni fuori dalla comunità europea. Mentre, per legge, farmaci e altre sostanze chimiche messi in commercio devono essere a oggi ancora testati su animali.”

Leal Lega Antivivisezionista continuerà a battersi per una ricerca senza animali e il ‘coniglio nero STOP VIVISEZIONE’ sarà d’ora in avanti in prima linea per guidare gli acquisti di prodotti senza crudeltà.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply