News

Vivi al meglio la tua Vacanza con Cane e Gatto

animalinfo Nel pieno dell’estate sono molti coloro che si ritrovano in trepida attesa per andare in ferie e lasciarsi alle spalle, anche solo per pochi giorni, la routine e le beghe quotidiane.
Numerosi sono però anche coloro che, pur desiderando ardentemente cambiare aria e abbandonare per un po’ le solite abitudini, giustamente non vogliono rinunciare nemmeno per un giorno alla compagnia del proprio beneamato quadrupede.
A tutti i bipedi che desiderano quindi portare in vacanza con sé il proprio cane o gatto è dedicato questo prontuario, contenente informazioni molto utili circa il trasporto di animali domestici e le strutture che li accettano, nonchè qualche dato ed indicazione di massima a proposito dell’abbandono degli animali.
Tutto l’amore che i nostri connazionali mostrano per cani e gatti non deve farci dimenticare che ogni anno vengono abbandonati in media, secondo i dati raccolti dalla LAV (Lega Anti Vivisezione), 50.000 cani e 80.000 gatti, di cui il 2530% durante i mesi estivi.
La partenza verso le mete di villeggiatura, nelle quali purtroppo non è raro che sia ancora proibito l’accesso ai nostri amici a quattro zampe, non comunque è l’unica causa scatenante dell’abbandono. Durante tutto l’anno infatti accade che cani e gatti vengano lasciati per strada al loro destino, e nei casi più gravi maltrattati e seviziati, per i motivi più futili e vari. La stragrande maggioranza, l’80%, rischia di restare vittima di un sinistro stradale, di morire
d’inedia o di finire preda di umani ancora più crudeli di chi li ha abbandonati.animalinfo - Copia
Non è mai superfluo ricordare che l’abbandono di animali d’affezione è un reato regolamentato dalla Legge 189/2004, la quale punisce chi lo commette “con l’arresto fino a un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro”. Purtroppo però, nonostante l’obbligo di dotare il proprio cane di chip sottopelo, che è stato introdotto a partire dal 1° gennaio 2015, la maggior parte di essi ne è ancora sprovvista, rendendo impossibile risalire alle generalità di chi si macchia di tale reato.
L’edizione 2015 del rapporto “Animali in città”, pubblicato da Legambiente, riporta i dati relativi al numero cani e gatti iscritti alle rispettive anagrafi comunali. Nel 2013 6.940.000 cani e 140.000 gatti risultavano censiti nei registri, ma la popolazione stimata è di un altro ordine di grandezza: tra i 15 e i 18 milioni per i primi, tra 13 milioni e mezzo e 16.100.000…animalinfo - Copia (3) Il fenomeno dell’abbandono, in particolare quello canino, non ha tuttavia un costo soltanto in termini di mancanza di rispetto della vita in tutte le sue forme, ma pesa su tutta la collettività anche dal punto di vista monetario. Uno dei risvolti più amari del nostro rapporto con gli animali d’affezione è infatti il dilagare del randagismo, vale a dire il vagare e “rinselvatichirsi” e moltiplicarsi, se non sterilizzati una volta che l’uomo ha voltato loro le spalle.
Una piaga che, per di più, alimenta un business oscuro e illegale di esportazione gestito dalle zoomafie.
Il Ministero della Salute ha stimato in circa 700mila i cani randagi presenti in Italia, mentre i gatti sarebbero circa 220mila. Il numero resta tuttavia impreciso, in quanto non tutte le Regioni hanno fornito i dati necessari. Triste perciò constatare il progressivo assottigliarsi dei fondi stanziati dal Ministero per la lotta all’abbandono e al randagismo, il cui ammontare, da più di 4 milioni di euro nel 2005, si è ridotto a poco più di 310mila euro nel 2012, ultimo anno per il quale sono disponibili i dati.

www.noicompriamoauto.it
www.noicompriamoauto.it/magazine/vacanze-con-animali/

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply