Gossip

PRENDETEVI CURA DEI CANI… MI DISPIACE…VI AMO – Alexander McQueen

Mc QueenDal 14 Marzo al 2 Agosto 2015, il Victoria and Albert Museum di Londra, ospitera SAVAGE BEAUTY retrospettiva dedicata allo stilista britannico Alexander McQueen.
Dopo aver estasiato il pubblico americano nel 2011 (evento clou del Metropolitan Museum di New York) la sua città natale ha ampliato alcune sezioni della mostra che ha segnato il tutto esaurito solo con le prevendite dei biglietti online.
Alexander McQueen (Londra, 17 marzo 1969 – Londra, 11 febbraio 2010)
Figlio di un tassista, McQueen lascia la scuola all’età di 16 anni per entrare subito nel mondo del lavoro.
Dopo aver lavorato in Savile Row, per Gieves & Hawkes e per i celebri costumisti teatraliAngels e Bermans, all’età di 20 anni si trasferisce a Milano per lavorare per Romeo Gigli.
Nel 1992 ritorna a Londra per completare la propria formazione presso la prestigiosa Saint Martin’s School of Art.
Nel 1996 McQueen viene assunto come direttore creativo di Givenchy prendendo il posto di John Galliano, con cui, fra alti e bassi, rimarrà fino al 2001, anno in cui lascerà la maison definendola costrittiva per la propria creatività.
In questo periodo Alexander McQueen fa conoscere il proprio nome nella scena dell’alta moda con sfilate trasgressive e scioccanti, al punto di essere definito l’hooligan della moda.
Nel corso della propria carriera, McQueen ha vinto il riconoscimento di “stilista inglese dell’anno” per quattro volte dal 1996 al 2003, ed ha vinto il premio “stilista dell’anno” dal consiglio Fashion Designer Awards nel 2003.

amcqA Radiobau di Alexander McQueen vogliamo ricordare il suo magnifico lato PET LOVER!
Tre i cani che gli tennero compagnia durante la sua breve vita, a cui era talmente affezionato da portarli con se in passerella alla fine delle sfilate.
Minter (un Mongrel) Juice (un English Bull Terrier) e Callum (un Rhodesian Ridgeback). Amici inseparabili e sempre accanto a lui nel momento in cui iniziarono i gravi problemi di depressione, che si accentuarono in seguito alla scomparsa di quelle che possono essere definite le colonne portanti emotive della sua vita.
Isabella Blow: giornalista e prima cliente che credette nel suo talento (acquistò l’intera collezione del saggio di fine corso alla St.Martin’s) poi amica/musa ispiratrice, scomparsa nel 2007 e poi nel 2010 la madre Joyce a cui era molto legato.
Alexander McQueen e’ stato trovato morto impiccato nella sua abitazione londinese l’11 febbraio 2010 all’età di 40 anni, vittima della depressione e della tristezza.
Durante le indagini sul luogo del ritrovamento del suo corpo, scarabocchiato sul retro di un libro, sono state trovate le sue ultime parole:
– PRENDETEVI CURA DEI CANI… MI DISPIACE…VI AMO –
Nel suo testamento multimilionario, (16 milioni di sterline) ben 50.000£ sono state specificatamente lasciate allo scopo di accudire i suoi tre cani per il resto della loro vita, oltre a due lasciti di 10.0000£ rispettivamente al BATTERSEA DOGS AND CATS HOME di Londra e alla BLUE CROSS ANIMAL WELFARE di Burford nel Oxforshire. (Paolo Panigalli)

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply