Gossip

Al Neko cat cafè di Torino, il Compleanno fa’ MIAO!

10638044_10204672381514609_2113119975_n Sono giunta nella splendida Torino per festeggiare il mio compleanno e girando tra i viali e i corsi di questa “città scacchiera” lungo il fiume Po, in zona Vanchiglia sono arrivata presso il Neko cat cafè ; posto ideale rilassarsi e svuotare la mente, soprattutto dopo un impegnativo anno di lavoro.

Tempo d’entrare e subito si respira un’atmosfera di sorrisi e cortesia; due gatti corrono a rinfrescarsi andando a bere nella ciotola posta sotto al bancone, un altro resta acciambellato nella sua cuccia e un altro ancora mi guarda dall’alto dell’amaca posta sopra il tetto dell’area bar. Mi siedo al tavolo per pranzare con il mio fidanzato e subito viene a crearsi un’atmosfera intima e familiare, perché ai piedi della nostra tavola arrivano Lotte e Matisse, due splendidi gattini, che iniziano a giocare tra loro, dando anche dei colpetti alle nostre gambe, come fossero abituati a farlo sempre con gli avventori del locale.

Chiedo al commesso il menù del giorno, ma in realtà finisco anche col chiedere le storie dei mici. Arriva così la titolare che molto cordialmente ci racconta e ci mostra tutte le abitudini dei mici. Lotte, Matisse, Werther, Faust arrivano dal gattile di strada Cuorgnè 139, mentre Bernard è arrivato per caso tutto sporco come uno spazzacamino, Felix e Max sono anche loro due fratellini che arrivano dalla strada, un po’ più diffidenti degli altri. E’ evidente che dal momento che abbiamo messo piede nel locale siamo entrati nella loro casa e che ne siamo gli ospiti.
Tutto è a loro misura, dai tira graffi sparsi ovunque, ai giochini, la tenda degli indiani, alla preziosa sala rialzata dove ci sono lettini di legno con sopra incisi i nomi dei sette gattini e mentre resto incantata a guardarli la titolare ci spiega che presto metteranno anche grandi cuscinoni nella medesima sala per le persone, in modo da rilassarsi tutti insieme. I mici hanno due spazi tutti per loro, in cui l’accesso ai clienti è vietato, (ma la titolare mi ha permesso di vederli lo stesso) uno con le ciotole e uno zona bagno con le lettiere, in cui andare quando hanno voglia di stare per conto loro.10578843_10204672405835217_1180389376_n Iniziamo a pranzare e Matisse sale proprio sul tavolo per ispezionare cos’abbiamo nel piatto e mentre noi iniziamo a dialogare con lui, Lotte si posiziona sul tiragraffi a prendere il sole, mentre Faust continua a dormire ronfando. Ed è così che mi viene da pensare che anche alla persona più introversa non potrebbe non scappare un sorriso, vedendo il gatto Matisse con la zampa ad uncino tentare di rubare le leccornie dal piatto, o vedere Bernard in posizione per scattare con agguati ai compagni.
Davvero un piccolo e delizioso angolo nella zona Vanchiglia di Torino dove sette mici ben curati vivono in armonia, convivendo con i vari avventori, tra le letture di mici a fumetti e non che fanno svuotare la mente dai problemi e tornare il sorriso.
Ricordate, però, che tanta serenità va ripagata col rispetto. Non dovete dimenticare che state entrando nella casa dei “sette amicetti”, per cui potrete trovarli dormire, o scrutarvi da lontano… Se amate davvero i gatti rammentate che devono essere loro a cercare le vostre coccole, quando e se avranno voglia.
Spero che questo caffè possa miagolare a lungo, di certo posso garantirvi che sono stata felice d’aver passato parte del mio compleanno miagolando con sette nuovi amici. (Elena Sposito)10617772_10204672427115749_1940291198_n

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply