Gossip

Al Parco Zoo Punta Verde di Lignano Sabbiadoro, parata di nuove nascite!

Il carpincho o capibara (Hydrochoeris hydrochaeris, Linnaus 1766) per noi Italiani e’ ancora un animale un poco conosciuto, e va’ detto prima di tutto che dal 1996 in Italia, la detenzione di capibara da parte di privati è vietata per legge, perché ritenuta pericolosa per la salute.
Francamente piu’ che pericolosa io azzarderei dire impegnativa, ecco considerate le dimensioni direi impegnativa!
Detto cio’ se siete curiosi di vederli da vicino non occorre che attraversiate tutto il globo, vi basta andare al Parco Zoo Punta Verde di Lignano Sabbiadoro dove recentemente sono stati dati alla luce tre fratellini per la nostra gioia!
Io penso che in questo periodo di vacanze avrete modo di far un salto a trovarli, e parlare con il personale del Parco Zoo che sara’ felice di raccontarVi tutto quello che siete curiosi di scoprire oltra a come vengono ospitati e trattati questi toponi giganti da coccolare!!!!
Si chiamano Qui Quo Qua, ma non sono i tre famosi nipotini di Paperino bensì tre cuccioli di Capibara nati recentemente al Parco Zoo Punta Verde di Lignano Sabbiadoro.
Originari del Sud America sono considerati i più grandi roditori esistenti sul Pianeta, tanto che da adulti possono arrivare a pesare fino a 70 chilogrammi.
Caratterialmente sono molto docili e a Punta Verde convivono in perfetta armonia con Nandù e Alpaca.
E chi sono questi due?
Oltre ai capibara, il Parco in questo periodo ha dato il benvenuto anche a quattro pulcini di Gru Coronata: Greta, Graziella, Gregorio e Graziano, così chiamati da un’affezionata visitatrice della struttura lignanese.
Le gru coronate sono originarie dell’Africa e si distinguono per la loro corona formata da un insieme di piume poste sulla sommità del capo. Queste depongono mediamente da due a quattro uova che si schiudono dopo circa 30 giorni.
Alla nascita i pulcini di gru cominciano a seguire i genitori per imparare a nutrirsi autonomamente cacciando gli insetti che vivono nel terreno.

Oltre al piacere di ammirare e conoscere molte specie animali, al Parco Zoo Punta Verde durante l’estate continuano con successo molte attività didattico-ricreative, come i centri estivi e le entusiasmanti visite a tu per tu con i lemuri.
In spiaggia, invece, proseguono le attività gratuite alla scoperta del mare e delle sue meraviglie con il consueto appuntamento con “Esplorando il mare”, il progetto di educazione ambientale organizzato dalla Onlus del Parco Zoo Punta Verde, in collaborazione con il Consorzio Spiaggia Viva.
“Questa iniziativa – ci dice Maria Rodeano – entusiasma ogni estate centinaia di bambini e ragazzi fra i 5 e i 12 anni in vacanza nella località balneare che hanno la possibilità, attraverso il gioco e il divertimento, di conoscere ed esplorare le principali caratteristiche del mare e dei suoi tesori per imparare così a preservarli”.
Gli incontri si svolgono in otto postazioni differenti a Riviera, Pineta e Sabbiadoro dal lunedì al venerdì dalle h 16.00 alle h 18.00.
Il calendario con le postazioni è disponibile sul sito del Parco Zoo Punta Verde www.parcozoopuntaverde.it

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply