News

100 zampe; Sognare e darsi da fare!

100 zampe Spesso si dice “riprenditi i tuoi spazi” ed e’ proprio andata cosi’ per i volontari di 100 Zampe di Roma, che stufi di non avere un area dedicata ai cani dove vivere al meglio con i loro amici a quattro zampe si sono dati da fare ed hanno riconquistato e bonificato il Parco Filippo Teoli a Roma!
“E’ stato un progetto ed un lavoro molto elaborato quanto lungo. Siamo stati affiancati da Legambiente e dall’Assesore all’Ambiente del V Municipio, per avere tutte le autorizzazioni ed il sostegno” racconta Roberta Ragni Vice Presidente di 100 Zampe “poi e’ stata la volta del lavoro manuale. Pulire da siringhe, rifiuti di ogni genere non e’ stato facile, ma se devo essere sincera la gratificazione e’ talmente tanta, che la stanchezza sparisce! I nostri cani posso corrore con noi, e ci auguriamo di poter far diventare questo parco un area di unione”
Roma, Milano, Napoli… credo che in qualunque citta’, ci siano delle carenze strutturali nelle aree dedicate ai nostri migliori amici a quattrozampe, personalmente Vi suggerisco di fare come i volontari di 100 zampe, riqualificate una zona che vi sta cara. Fatelo per Voi, per i vostri cani, per i vostri figli… Ma se pensate che il progetto sia troppo pretenzioso allora date una mano a 100 Zampe, a tenere a posto il Parco Teoli a Roma, cosi’ non sbagliate di sicuro! (Davide Cavalieri)
COMUNICATO STAMPA
Qualcuno l’ha definito un piccolo miracolo. Dove c’erano rifiuti, siringhe ed erbacce oggi c’è un prato pulito, alberi potati e bellissime aiuole realizzate dal recupero di vecchi pneumatici. A Roma, nel territorio del Municipio V, a Centocelle, un’area verde abbandonata al degrado e alla sporcizia è tornata allo splendore grazie al lavoro dei cittadini, che si sono rimboccati le maniche e hanno intrapreso un percorso di adozione e riqualificazione.
Si tratta del Parco Filippo Teoli, tra Viale della Primavera e Via Ferraironi, oggi completamente “rigenerato” dalle amorevoli cure dell’associazione 100zampe, che qui punta a realizzare un’area sgambamento per cani. Non si tratterà, però, di un semplice e vuoto contenitore. Sarà, promettono i volontari, qualcosa di più di un luogo recintato dove far correre i propri cani.
“In questo momento, a causa delle pochissime risorse destinate al verde e che sono la conseguenza di anni di mancata pianificazione, molti spazi sono in sofferenza e portano i segni del degrado. Il compito delle istituzioni locali è quello di contrastare tutto ciò , cercando di attivare, insieme ai cittadini, dei modi nuovi per gestire il verde di quartiere. Quello che l’associazione 100zampe sta facendo è un esempio di quanto si può realizzare attraverso la collaborazione tra cittadini e Municipio. Senza dei cittadini che collaborano e comprendono il valore degli spazi pubblici, il lavoro di manutenzione e di presidio diventa più difficile perché questi spazi, per essere ben tenuti, devono innanzitutto “funzionare” erispondere ai bisogni della cittadinanza. Stiamo lavorando su tutta l’area del parco per fare in modo che ogni spazio porti una funzione e che ci siano aree dedicate ai vari tipi di utilizzo”, ha spiegato l’assessore Petroletti.
Il clou della giornata, che prevedeva opere di pulizie, musica, momenti di confronto e un pic nic nel verde, è stato il corso gratuito di educazione cinofila, tenuto da due operatori specializzati e seguito con attenzione da moltissimi proprietari di cani, giunti con i loro pelosi per scoprire i primi passi verso una buona relazione uomo-cane che rispetti le esigenze di benessere dell’animale, sia dal punto di vista fisiologico che mentale, secondo un approccio cognitivo zooantropologico.
È questo, infatti, uno degli obiettivi più importanti che si pone 100zampe, oltre a quelli di sensibilizzare ed educare alla partecipazione civica e alla tutela del bene comune, sviluppare pratiche di vita ambientalmente sostenibili ed economie alternative, facilitare l’integrazione sociale di fasce socialmente svantaggiate, tutelare gli animali attraverso la creazione di una coscienza animalista e promuovere la cultura antispecista, dei diritti e dell’emancipazione degli animali.
“Il nostro verde pubblico è abbandonato, umiliato, sfregiato. I nostri cani non hanno un posto in cui correre liberamente e relazionarsi in maniera giusta tra di loro e con le persone. Ma da oggi non si potrà̀ più̀ dire che non interessa a nessuno. Questo nostro primo evento pubblico deve essere una smentita e una verità̀: la salute della città, dei suoi parchi e dei suoi abitanti a 4 zampe interessa i cittadini di Centocelle. Non è solo un atto di generosità̀, ma una convinzione che stiamo maturando: se non cooperiamo, se non collaboriamo tra di noi, non ci si muove”, ha detto Silvia Denni, Presidente di 100zampe.

Luciano Ventura, ha poi concluso: “100 zampe ha restituito un luogo pubblico ai cittadini. Crisi o non crisi, è tempo che le persone si riprendano cura dei beni comuni per renderli realmente liberi e di tutti. Questo percorso vuole comprendere le istituzioni, ma nessuno deve sentirsi escluso dal dover partecipare. Quella di oggi non è stata solo una giornata per i cani, ma un momento di grande condivisioni che non potrà non continuare”.

Insomma, è solo l’inizio di una nuova vita per questo spazio riconquistato da e per i cittadini. E per i loro cani. E serve “la zampa” di tutti.
Per informazioni scrivere a 100Zampe@gmail.com
100ZAMPE è anche su Facebook https://www.facebook.com/100zampe

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply