News

Arriva un bastimento carico di… NUOVE VITE!

E’ sempre una festa quando uno di questi “bastimenti” carico di cani che arrivano dalla Spagna arriva. Suona il clackson gia’ da lontano, il cancello del luogo convenuto dall’ASL di zona si apre, ed entra il furgone…
In genere sono due, gli umani che si sono fatti carico di questo viaggio, scendono ancora abbracci.
Prima di poter aprire le porte del furgone, c’e’ il rito legale dei documenti, e solo dopo aver controllato che sono tutti in regola si puo’ procedere all’apertura. Questa parte e’ quella che preferiscono tutti, i volontari che hanno fatto di tutto per fare arrivare questi cani salvati a poche ore dalla morte, ma so’ per certo che e’ la parte preferita dai cani, che dopo un periodo di vero inferno, si sentono abbracciati coccolati… e mentre vengono fatti sgambare per il cortile, si guardano un attimo straniti attorno.
C’e’ chi saluta uno alla volta i suoi compagni di viaggio, con delle “nasate”, chi si abbandona alle coccole e basta. In realta’ ognuno di questi cani ha un dolore enorme dentro, e noi non possiamo fare altro che assorbirne l’emozione parziale. C’e’ un cagnottino piccolo con delle orecchie enormi, Giada Gola(organizzatrice di questo ed altri viaggi) racconta di non averlo mai visto, ma quando lo ha sentito piangere al telefono ha chiesto ad occhi chiusi di farlo arrivare in salvo in Italia!
La storia recente di questi cani e’ quella che gia’ conoscete; Sono stati abbandonati dai loro proprietari, quando arrivano alle Perreras hanno 15gg di vita… dal decimo giorno non vengono piu’ alimentati (tanto devono morire) ed il 15esimo vengono soppressi in un modo o nell’altro!
In quei 15gg. si attiva la catena dei volontari Italiani che cercano di raccogliere denaro e persone che adottino in seguito, questi simpatici musi pieni di speranza!
Soldi… questi viaggi hanno un costo e ci tengo a sottolineare che nessuno diventa ricco salvando cani dalle Perreras, non le persone oneste, non chi abbraccia cani mai visti e piange dalla gioia di averli salvati!
Oserei dire… che anzi, nessuno ti ripaga della benzina, delle telefonate chilometriche, delle notti insonni, dei grattacapi per i documenti di accompagnamento…
Nessuno?? No mi devo correggere!!! Questo ripaga, quando il furgone si apre e ti scoppia il cuore a vedere quei musi speranzosi che annusano per la prima volta l’aria di vita, mentre freni le lacrime, sparisce tutto… www.ladridosfelices.com (Davide Cavalieri)

Tags: , , , , , , , , ,

2 Comments

  1. ioooooooooooooooo c’eroooooo e l’emozione ti da’ un nodo alla gola e piangi di felicita’……grazie Giada

Leave a Reply