Gossip

Copertine Bestiali; The Year of the Cat

Il disco che mettiamo per questa particolare Settimana dedicata al Gatto, sul nostro giradischi e’ un davvero un pezzo di storia della musica….
The year of the cat – pubblicato su etichetta Janus Record nel 1976 e’ il settimo album di Al Stewart. La registrazione del disco , e’ stata effettuata in gran parte nei mitici Abbey Road Studios di Londra.
Il titolo dell’opera, fa riferimento al calendario cinese:
il 1975, anno in cui le canzoni dell’album vengono scritte, è appunto l’anno del gatto considerato di buon auspicio.
La copertina dell’LP è stata realizzata dal grafico Colin Elgie di Hipgnosis e riporta il tema del “gatto” e del “felino” in svariati elementi del disegno.
Diciamo che piu che “The year of the cat” sembra “Cat Word” , tutto nella copertina richiama il gatto, c’e’ perfino una boccetta di“Purrrrrrrrrfum” ed infatti siamo ospiti nel camerino di CatWoman che con un po’ di attenzione si nota riflessa nello specchio mentre si infila un guanto … fra gli oggetti felini fa’ capolino una cartolina di Kat-mandu!

Sia l’album che il singolo con la title-track sono entrate nella top ten statunitense. Forse per motivi tecnici , il brano del lato A del 45 giri appare in versioni sensibilmente più brevi e “edited” rispetto ai 6’37” dell’album.
L’edizione italiana esce con una durata di appena 3’30”, facendo quindi perdere tutto il lungo intro strumentale dell’originale, mentre l’edizione francese presenta,invece, una matrice più lunga, 4’30”, risparmiando una parte della famosa introduzione.
Possiamo tranquillamente affermare che l’Anno del gatto ha portato bene ad Al Stewart, anche se nei suoi progetti iniziali la canzone omonima avrebbe dovuto intitolarsi The Foot on the Stage e riguardare la vicenda di Tony Hancock, attore televisivo e radiofonico britannico morto suicida nel 1968.
Si sa’…Gatto Vince!!! (Davide Cavalieri)

Tags: , , , , , , , , ,

Leave a Reply