News

San Valentino, una rosa rossa simbolo d’amore a quattro zampe

San Valentino nel mondo di Radiobau e’ un giorno dedicato all’amore universale, come e’ giusto che sia del resto. Ognuno puo’ dare il proprio amore a chi o cosa ritiene piu’ opportuno. Quindi noi promuoveremo la nostra causa, amore per i nostri amici a quattro zampe.
Ed ecco che anche quest’anno per San Valentino la Lega Nazionale per la Difesa del Cane lancia la bella iniziativa legata alle Rose Rosse confezionate apposta per questa occasione, da prenotarsi scrivendo a legadelcanemi@fastwebnet.it per poi ritirarle il 14 Febbraio presso la loro sede di Via Redecesio 5/a Segrate MI.
“Siamo ad inizio anno, quindi possiamo dare dei dati dello scorso anno” dichiara Andrea Notaro responsabile del canile di Segrate “lo scorso anno abbiamo accolto presso le nostre strutture 424 cani, di cui 414 hanno trovato una famiglia. 330 di questi arrivavano dai canili del meridione”
Complimenti!!! “Siamo aperti 365 giorni all’anno, abbiamo dato in adozione un cane anche il Primo dell’Anno, come buon auspicio per tutti gli altri. Siamo fieri e felici, di ogni nostra adozione che viene fatta in maniera responsabile… e’ merito di tutti i volontari della Lega del Cane, anche se certo un grazie particolare lo diciamo al nostro Presidente Laura Rossi”
Il canile de La Lega Nazionale per la Difesa del Cane di Segrate e’ aperto, tutti i giorni, tutto l’anno dalle 09,30 alle 12,00 e dalle 14,30 alle 17,00… Saluto Andrea, arrotolo il cavo delle cuffie, sorrido…
Si ok e’ vero, stiamo parlando di cani che non hanno una vita facile, ma hanno incontrato delle persone che li amano davvero, sono stati aiutati a trovare una famiglia, Andrea ricorda i nomi di tutti gli ospiti che sono passati dal canile, ed e’ felice di raccontare agli ascoltatori di Radiobau che hanno trovato casa a due “tripodi”, questo dovrebbe farci pensare quanto i volontari siano davvero preziosi per queste vite…io manderei a loro un mazzo di rose rosse…ogni giorno. (Davide Cavalieri)

Tags: , , , ,

Leave a Reply