News

Cani da Pet Therapy, non oggetti e tanto meno randagi !!!

Apprendo dal Web che 9 cani da Pet Therapy, rimangono casa e famiglia a causa della chiusura della Struttura che li ha Ospitati per anni, i cani meravigliosi nonnetti a quattro zampe cercano casa. In breve tempo ne rimangono solo piu’ due da adottare. Come se non bastasse mi arriva un altra (credo si tratti di un altra) segnalazione; La struttura psichiatrica di via Erasmo Gattamelata, nel VI municipio di Roma ha lo sfratto e quindi rimangono senza lavoro i due addetti alla Pet Therapy ed i 6 cani!!!
Sara’… ma a me Davide Cavalieri rode qualcosa nello stomaco.
Chiediamo quindi conferma a Spartia Piccinno Presidente Associazione Pet Therapy Italia, delucidazioni in merito al caso;
“Un cane da Pet Therapy, non e’ un entita’ singola, lavora in Team con il proprio umano, e non e’ in grado di fare Pet Therapy con terzi, perche’ cresciuto e istruito con il proprio umano. Umano responsabile del cane; per quanto riguarda Microchip ed i documenti relativi, ma anche per quanto riguarda la salute sia fisica che emotiva del cane. Un buon Umano di un Team da Pet Therapy, conosce il prorpio cane e sa’ quando dire basta”
Quindi a me rimane da capire come sia possibile che una struttura o piu’, perche’ le notizie si sommano, i cani sono di piu’ “Istituti” e a noi rimane insoluta la risposta alla domanda “DI CHI SONO QUESTI CANI?”
E’ possibile che una struttura chiuda o non abbia piu’ bisogno di questi animali e si possa permettere di “METTERLI IN STRADA” con molta indifferenza???
La famosa struttura dovrebbe avere Censito i cani a proprio carico, ed esserne responsabile sempre!
Allora i cani del Corpo della Finanza se la passano meglio…non vengono “mollati” a fine della loro carriera.
Perche’ mi risulta che esistano leggi che tutelano gli animali, e nessuno le sta’ applicando….ed a tale proposito torneremo sul fatto con il nostro Avvocato!
(Davide Cavalieri)

Tags: ,

Leave a Reply