Comunicato Stampa

E’ Salva la Riserva naturale di Animals Asia in Vietnam

E’ di pochi mesi fa’ la triste notizia dell’imminente chiusura della “Riserva Naturale di Animal Asia” dove vengono ospitati gli Orsi salvati dalle Fattorie della Bile.
Nonostante il permesso fosse stato dato e tutto era in regola, avrebbero dovuto sloggiare a tempo record, perche’ presto il terreno dove sorge la Riserva sarebbe stato destinato ad altre attivita’.
Perche’? Perche’ l’estrazione della bile e tutto cio’ che ne deriva sono una potenza!! La bile d’orso nei paesi Orientali e’ impiegata su vasta scala nei prodotti cosmetici e farmaceutici, da qui si puo’ immaginare quali siano le cifre investite per questa catena industriale.
Il giorno che sara’ vietata l’estrazione e l’utilizzo della bile, per questa fetta di mercato sara’ un duro colpo!
Per oggi, intanto portiamo a casa un’altra vittoria, il centro rimane aperto!!!!!(Davide Cavalieri)

Tam Dao, Vietnam – 16 gennaio 2013 –
Il Bear Rescue Centre di Animals Asia, la riserva naturale della NGO fondata da Jill Robinson per il recupero degli orsi sottratti alle fattorie della bile illegali in Vietnam, è riuscito a scongiurare la richiesta di sfratto intimata dalle autorità politiche vietnamite lo scorso 12 ottobre.
Un comunicato diramato dal Governo del Vietnam ha infatti reso nota la delibera del Primo Ministro Nguyen, con la quale si autorizza il santuario a continuare la propria opera e a portare avanti i lavori di ampliamento forzatamente interrotti.
La decisione consentirà ai 104 orsi liberati dalle fattorie della bile che vivono ora nel centro di recupero, ubicato nel Parco Nazionale di Tam Dao, di continuare ad avere una casa sicura; e a 77 cittadini vietnamiti che prestano servizio nella riserva di mantenere il loro posto di lavoro.
Anche gli investimenti economici, realizzati da Animals Asia fino a questo momento per il Bear Rescue Centre, sono stati fortunatamente salvati.
Animals Asia è un’organizzazione internazionale senza scopo di lucro, impegnata nella battaglia per la chiusura delle fattorie della bile e nella promozione dei diritti degli animali in Cina e in Vietnam. La riserva naturale vietnamita, situata nel Parco Nazionale di Tam Dao, è una struttura destinata esclusivamente al salvataggio e al recupero degli orsi allevati per la bile in questo paese.
Tuan Bendixsen, responsabile di Animals Asia in Vietnam, ha dichiarato:
“Siamo grati al Primo Ministro per aver rinnovato il suo impegno in favore del centro. Ci auguriamo di poter continuare insieme al governo l’importante lavoro iniziato per mettere fine a questa industria e proteggere così dallo sfruttamento e dall’estinzione gli orsi in Vietnam.”
Jill Robinson, fondatrice e CEO di Animals Asia, ha aggiunto:
“La nostra priorità è la riabilitazione di questi animali traumatizzati da anni di prigionia e torture. Se le autorità ci avessero costretto al trasferimento, le conseguenze sulla loro salute mentale e fisica sarebbero state devastanti. Desidero ringraziare tutti coloro che ci hanno permesso di vincere questa battaglia, le migliaia di persone cha da tutto il mondo hanno scritto lettere, inviato e-mail e firmato petizioni per chiedere che il decreto di sfratto ai danni della riserva fosse respinto.”
Il centro, al quale è stata destinata un’area di 12 ettari, è stato realizzato grazie a un accordo firmato nel 2005 tra il Governo del Vietnam e Animals Asia, che prevede il finanziamento e la costruzione di una struttura permanete dedicata alla riabilitazione di 200 orsi salvati dalle fattorie della bile illegali. Come stabilito dal suddetto accordo, Animals Asia ha investito nel progetto oltre 2 milioni di dollari americani.
Ci sono oltre 10.000 orsi – prevalentemente orsi della luna ma anche esemplari appartenenti ad altre specie come gli orsi del sole e gli orsi bruni – detenuti nelle fattorie della bile in Cina, e circa 2.400 in Vietnam. Gli animali vengono regolarmente munti per l’estrazione della bile, che viene secreta dalla cistifellea.
La bile di orso è utilizzata per la produzione di farmaci nonostante siano disponibili numerose alternative sintetiche ed erboristiche.
Gli orsi vengono imprigionati in minuscole gabbie anche per 30 anni, fino alla morte, e torturati per l’estrazione della bile, che avviene con l’ausilio di un catetere conficcato fino alla cistifellea o tramite ferite permanenti praticate nell’addome.
Gli orsi conducono un’orribile esistenza, affamati, disidratati e affetti da numerose patologie e tumori maligni che in ultimo li condurranno alla morte.
Animals Asia lavora per promuovere la definitiva abolizione di questa crudele pratica.

Per maggiori informazioni:
Antonello Palla
Italy Communications Manager Animals Asia
Tel. 010 0981670
Mob. +39 333 1063893
apalla@animalsasia.it
Website: www.animalsasia.itBlog: www.orsidellaluna.org

Tags: , , , , ,

Leave a Reply