SOS BAU

SOS Bau; Nino un tripode con un cuore grande grande


Questa la storia di Nino, un cane poco davvero fortunato, ma visto che continua a sorridere alla vita, questa ha deciso di darle una terza opportunita’. NON cerchiamo soldi, cerchiamo una casa per lui, amore, dignita’, rispetto; tutto quello di cui un cane ha bisogno!

Nino viene salvato 1 anno fa circa dalla perrera di Movera, a Zaragoza Spagna da un signore apparentemente responsabile.
Come tutti i cani che provengono dalle perreras, anche Nino era impaurito e fragile.
Il veterinario raccomanda all’adottante di usare il guinzaglio per le passeggiate, così come altre raccomandazioni che generalmente vengono fatte ai nuovi proprietari di cani.
Ma il guinzaglio non viene usato. Fino a 3 mesi fa è andato tutto bene… il cane, non tenuto al guinzaglio viene investito da una macchina, riportando frattura scomposta di tibia e perone.
Il veterinario raccomanda una visita specialistica da un ortopedico, per poter operare Nino e mettergli una placca, ma il proprietario si rifiuta. Dopo lunghe insistenze, gli viene fatto dal veterinario un bendaggio speciale, e rimandato a casa con le seguenti raccomandazioni: usare sempre il collare Elisabetta per evitare al cane di leccarsi la ferita, far rispettare un rigoroso risposo, dare antibiotici e vigilare il cane. Purtroppo nulla di tutto ciò viene fatto.
Dopo una settimana il cane viene riportato in clinica con le ossa di fuori, la carne lacerata e un’infezione importante.
Si rende necessaria la prima amputazione esattamente sopra al gomito.
Il cane dopo due giorni di degenza viene rimandato a casa con le solite raccomandazioni e cure antibiotiche.
Nulla viene fatto, il cane si lecca la ferita. Viene riportato in clinica e la situazione è drammatica e si rende necessaria l’amputazione dell’intero arto.
A fine operazione, il proprietario di Nino si presenta in clinica dicendo che il cane non gli interessa più e che lo lascia li per essere soppresso.
Questo è il secondo abbandono per lui.
Il veterinario non è stato pagato, ma… non ha nemmeno soppresso il cane.
Vengo contattata io (Giada Gola) per dare una mano e prendo sotto la mia ala protettrice Nino.
Apro un evento in facebbok e raccolgo ben 1130 euro di donazioni, per pagare le cure, la degenza e tutto il necessario affinché Nino possa essere portato in Italia. Dopo 5 giorni Nino ha un’emorragia dalla ferita, e viene ricoverato per ben 22 giorni.

Il 15 di Novembre finalmente Nino è arrivato in Italia in uno stallo casalingo.
Ha due anni. Nonostante tutto ha un carattere fantastico. E’ fedele e riconoscente, amorevole dolce ed affettuoso, obbediente e allegro. Buono come il pane va d’accordo con tutti i cani e tutti i gatti, con persone e bambini.
Si pensava di trovare un cane timoroso e non autosufficiente, invece corre beato come un matto, salta e ride. Cerca conferme in mani affettuose. Si sta affezionando troppo alla persona che lo stalla e non va bene.
Nino ama davvero. Nino è una forza della natura che scalda i cuori anche dei ghiaccioli.

Tags: , , , , , ,

Leave a Reply