News

CANILE DI LECCO: LA FINE DELLA GESTIONE BRAMBILLA


Lecco, 23 Luglio 2012 –
Dopo anni ed anni di proteste da parte dei volontari e dei cittadini lecchesi, a suon di esposti e denunce, di interrogazioni depositate in Regione Lombardia, in Parlamento ed in Senato, finalmente l’Amministrazione Comunale ha deciso: IL CANILE DEVE CHIUDERE.
“Non risponde ai requisiti di legge” scrive l’Assessore Delegato Volontè in una comunicazione ricevuta dall’Associazione FRECCIA 45.
Ed ora si passi allo spostamento dei cani presenti all’interno della struttura, ben 150 secondo i volontari.
Il numero è però controverso in quanto l’Associazione LEIDA(A), fondata da MICHELA VITTORIA BRAMBILLA, già nel 2009, deteneva illegittimamente ben 76 cani di proprietà della medesima Associazione all’interno della struttura. Il Comune aveva già diffidato in passato la LEIDA(A) alla detenzione di cani “privati” con atto di protocollo n° 1699/8 del 2009.
Emersi recentemente anche diversi documenti di verifica dell’ASL a firma del Dott. Galbiati a conferma di una struttura totalmente fuori legge.

“Non possiamo che dichiararci soddisfatti” ha dichiarato Susanna Chiesa, Presidente di FRECCIA 45
“Finalmente, dopo anni ed anni, l’Amministrazione Comunale ci ha dato ragione. Questa volta giustizia è stata fatta”.
La vicenda del Canile di Lecco era balzata alla cronaca per l’affido dorato senza gara d’appalto (firmato dall’attuale Senatore LORENZO BODEGA) e per l’estromissione dei quaranta volontari nell’agosto 2007 da parte della gestione BRAMBILLA.

Dal canto suo Michela Vittoria Brambilla risponde attraverso il suo sito con un serafico “Canile di Lecco? Falsita’ Pre-Elettorali”. Avevamo come il sospetto che volesse tornare in politica, ma c’erano ancora dei dubbi.
(le foto, sono quelle scattate dai volontari all’interno del Canile della Brambilla al deposito dell’esposto nell’anno 2007)

Tags: , , , , , , , ,

Leave a Reply