Food

Biocontessa; Mare e sapore, senza dolore!

 

Non si può proprio dire che :“ una zuppa non ha mai ucciso nessuno “ ..!
No.. non si può proprio dire se pensiamo alla zuppa di pesce.. e se pensiamo, nella fattispecie, alla zuppa “Shark Fin” piatto “afrodisiaco, prelibato e curativo” in Singapore, Honk Kong, Taiwan ..
CURATIVO ???? ……………CURATIVO PER CHI???

Non di certo per lo sventurato squalo amputato delle pinne con le quali questa “ crudele zuppa” viene preparata..Povero squalo, ingombrante sui pescherecci. I pescatori, dopo averli pescati ed  amputati, li rigettano in mare… moriranno crudelmente,vittime di sofferenze terribili. Ma cosa si può fare per contrastare questo e molti altri insensati e crudeli stermini  ???
Sostenere l’associazione
statunitense “Sea Shepherd Conservation Society” (Sea Shephard significa Pastore del Mare), Organizzazione non Governativa che si occupa della difesa degli animali marini, fondata dal Capitano Paul Watson, uno dei fondatori di Greenpeace, nel 1977.
Sul Sito ufficiale si legge :
“La Missione  Sea Shepherd Conservation Society  (SSCS)   é quella di fermare la distruzione dell’habitat naturale e il massacro delle specie selvatiche negli oceani del mondo intero al fine di conservare e proteggere l’ecosistema e le differenti specie.
Sea Shepherd pratica la tattica dell’azione diretta per investigare, documentare e agire quando è necessario mostrare al mondo e impedire le attività illegali in alto mare.Salvaguardando la delicata biodiversità degli ecosistemi oceanici, Sea Shepherd opera per assicurarne la sopravvivenza per le generazioni future”
Conosco personalmente molti dei volontari che operano per SSCS, uomini e donne davvero “speciali”. Con molti di loro si è creato oramai un vero e proprio rapporto di amicizia.
A bordo del loro intercettore “ Brigitte Bardot” a Porto Lotti a La Spezia lo scorso 6 ottobre è stato davvero emozionante e sconvolgente nel contempo.
Il suo interno è spartano, ridotto all’essenziale, incluso lo spazio vitale. La zona “ brande” è minima, i letti sono definiti “ caldi ”, come dicono con allegra ironia i volontari stessi… questo significa che la branda viene condivisa ed a turno ci riposa, trovando sempre la branda calda appena lasciata dal compagno di missione….!
I volontari vivono la missione  accomunati dalla totale assenza di privacy, da un enorme coraggio e dal grande amore per il mare  e per la vita dei nostri amici abitanti del mare…
A bordo delle imbarcazioni di Sea Shepherd si mangia Vegan e le attrezzature necessarie, tipo guanti da lavoro, sono pure vegan.
Gli equipaggi durante le missioni sono in prima linea, cercando di contrastare, di rendere difficile sino ad impedire, la caccia illegale nei mari.
Questo li rende “ eroi dei giorni nostri” .
Sulla loro imbarcazione ho provato sensazioni incredibili, immaginando quante e quali difficoltà, queste grandi persone affrontano durante le loro missioni.
Per rendere più agevole il loro lavoro, visto il limitato spazio a bordo, volendo contribuire in qualche modo, occorre rispettare la loro “lista dei desideri”.
Grazie ragazzi ! Grazie per il grande cuore che batte dentro di voi!
E le  zuppe che invece fanno bene a tutti.. ma davvero a tutti si riescono a preparare? Si,  certo !!

Carta, penna e tanta buona volonta’ si cucina!!!Ingredienti per 4 persone!

  • Fette di Pane toscano Toscano (non salato) bruschettato
    250 gr di ceci secchi
    4 pomodori maturi
    1 cipolla
    1 spicchio d’aglio
    150 gr di bietolina o bietola
    peperoncino
    semi di senape
    brodo vegetale granulare
    aceto di mele
    olio extra vergine di oliva
    prezzemolo
    pepe “nero nero” macinato al momento
    fior di sale q.b. per aggiustare

Preparazione
1)I ceci andranno ammollati 24 ora prima.
2)Lessare i ceci badando bene a non farli scuocere
3)Dopo aver messo da parte, in una bull i vostri ceci lessati, pensiamo al resto..
4) Mondare la bietolina, quel tanto che basta,lavatela accuratamente, tagliarla a striscioline e mettetela da parte..
5)Mettere sul fuoco un pentolino con dell’acqua senza sale, portare ad ebollizione e adagiare i pomodori .Lasciare sul fuoco per pochi minuti, fin quando la buccia comincia a staccarsi..
6)Levare dal fuoco e, sotto acqua fredda, pelare i pomodori, così da lasciare pulita la polpa e tagliare a dadolini…e fate andale il sugo per qualche istante sul fuoco.
7)A parte prepare del brodo vegetale.
8)In una terrina abbastanza capiente in terracotta, nel frattempo,rosolare in olio extra vergine di oliva, aglio in camicia, cipolla sottile sottile, peperoncino e semi di senape…..
9)Non appena la cipolla sarà appassita aggiungere nell’ordine:  ceci lessati e bietolina.
10)Cuocere il tutto per qualche minuto ed aggiungere poi il pomodoro e pochissimo sale, mescolare.
11)Non appena il tutto comincia tirate aggiungere il brodo vegetale e un paio di cucchiai di aceto di mele… L’aceto conferirà al piatto il classico aroma del cacciucco… Strano ma vero!
12)Coprire la terrina e far tirate il tutto sino a quando la parte liquida non sarà ridotta alla consistenza di brodosità desiderata..( Si tratta comunque di tempi veloci ).
Prima di togliere dal fuoco, assaggiare  il preparato per aggiustare di sale..o di aceto

Impiattare:

Sul fondo adagiare il  goloso pane toscano non salato fatto bruschettare.. su di esso un filo di olio evo a crudo, prezzemolino ed un pizzichinino di fior di sale…e.. finalmente.. su queste belle fette il Cacciucco Vegan ed ancora un filo di olio evo ed una macinata di pepe nero nero!
Suggerimenti:

Non bruciate troppo  il pane, divenda amaro..

Per i più temerari : una grattata veloce di aglio anche sul pane !

Consiglio una media brodosità del preparato, deve essere un “guazzetto” come si usa dire dalle mie parti sul mare…

E buon Appetito da BioContessa!!!!!

Tags: , , , , , , , , , , , , ,

3 Comments

  1. Quelle ciotoline le conosco… e anche i ragazzi della foto! Massimiliano, Valentina, Nelusco: grazie ai ragazzi di Sea Shepherd che salvano i mari e grazie a Biocontessa che ci aiuta a mangiare bene senza uccidere nessuno! 🙂

  2. Ho mandato una mail a mio fratello dopo aver visto questo sito.. Deve capire anche lui!

Leave a Reply