Archivio

Sangue del… suo sangue!

Fin da piccolo, mi hanno insegnato a non farmi troppi problemi  e quindi di porre domande sulle cose che “non ho capito”. 
A seguito  di  una piccola ricerca in rete,  mi sono messo in contatto con la Prof.ssa Daniela Proverbio del Centro Emotrasfusionale per cani e gatti, presso l’Universita’ degli Studi di Milano.
E via nella nostra lunga chiaccherata, pensate la realizzazione del Centro e’ stata possibile grazie ad  una notevole donazione di un Privato, ma era un progetto che si desiderava da diverso tempo….e poi di corsa attraverso, gruppi sanguinei e leggende metropolitane che vogliono che gli ” sfruttatori” portino i cani a “dissanguare” in continuo in cambio di chissa’ cosa…mah! 
La prof.ssa Guadagno  sorride in sordina e chiarisce subito, che i cani o i gatti possono donare il sangue massimo tre volte all’anno, e che in cambio hanno un piccolo regalo da parte dello sponsor del momento, oltre al  check-up completo del loro stato di salute, dato che  volontari a quattro zampe vengono testati, per verificare che non abbiano malattie, e per determinare il gruppo sanguigno (tre per i cani, di più per i gatti).
Donare il sangue è senza rischi e non e’ nostro interesse sfruttare gli animali,  anzi per noi, la tutela del benessere dell’animale è il primo obiettivo”, conclude la prof.ssa Daniela Guadagno “siamo solo all’inizio ma, abbiamo grandi progetti”.
Il  donatore Esemplare oltre ad essere vacinato, ed essere un animale “casalingo”,   deve avere tra 1 e 7 anni, i gatti devono pesare almeno 5 kg e i cani 25kg e non devono essere soggetti nervosi, perché la trasfusione impiega circa 10-12 minuti.
Queste piccole regole Vi possono essere di aiuto nel caso foste a casa e guardando negli occhi Micio o Rocky, gli  stiate domandando “potresti essere un donatore anche tu?”  Nel caso…fateci sapere cosa vi ha risposto, scrivete a radiobau@unitedradio.it. (D.C.)

Tags: , , , , , , ,

Leave a Reply