Archivio

Polar Music Prize per Bjork.

Tecnicamente si chiama Polar Music Prize, ma di fatto è il premio Nobel della musica. La sua storia è recente e anche la sua credibilità deve ancora crescere: venne fondato dal manager degli ABBA Stig Anderson nel 1989.
Ma, come il famoso premio dedicato ai progressi umanitari e scientifici, viene assegnato a Stoccolma dalle regali mani del re di Svezia. L’onore di questo Premio quest’anno e’ andato a BJORK ed al gia’ premio Oscar,  Ennio Morricone.
Bjork nasce il 21 ottobre 1966 a Reykjavik, capitale dell’Islanda. Dall’eta’ di 6 anni fino ai 14 ha frequentato una scuola di musica locale, dove ha studiato i classici, ed ha imparato a suonare il flauto ed il pianoforte
 il suo primo album da solista, intitolato “Bjork”, viene pubblicato in Islanda nel 1977. Di questo Album si e’ persa ogni traccia, anche se Bjork lo cita spesso,  mai  con dettagli precisi.. Divenuta celebre per la sua particolare espressività vocale e per il suo eclettico stile musicale influenzato da molti differenti generi come pop, jazz, ambient, folk e trip hop, ma anche  per scenografie ed abiti  di scena inconsueti e per i suoi originali e discussi video musicali, con molteplici significati nascosti nell’insconscio umano.  La sua etichetta discografica, la OneLittleIndianRecords , nel  2003 ha reso noto che la cantante ha venduto in tutto il mondo 15 milioni di dischi.  Inoltre, durante la sua carriera, ha ricevuto tredici nomination ai Grammy Awards, una nomination agli Academy Award per la migliore canzone, due nomination ai Golden Globe Awards (di cui una come attrice), ha vinto il Prix d’interpretation feminine nel 2000 al 53º Festival di Cannes per il suo ruolo di attrice protagonista in Dancer in the Dark
 …ma arriviamo all’essenza, Bjork in Islanda e’ un nome molto diffuso, come spesso capita coi nomi islandesi, il suo significato è trasparente, Björk in islandese significa infatti Betulla.
  Forse da questo parte l’amore di Bjork  per il pianeta ed il suo impegno per la sua salvaguardia.
Nel 2006 partecipa a  “Drawing Restraint 9”. Il lungometraggio e’  diretto dal compagno della cantante, l’artista Matthew Barney. Il Film ambientato su una baleniera al largo di Nagasaki,  racconta delle relazioni tra Giappone e Stati Uniti d’America dopo le bombe su Hiroshima e Nagasaki, quando il generale MacArthur, permise ai giapponesi la caccia alla balena quale fonte di sostentamento per il paese in ginocchio.Il progetto è stato commissionato dal governo giapponese.  Björk, , interpreta uno dei personaggi presenti sulla baleniera “Nisshin Maru” ed è anche autrice dei 22 brani ,  che fanno da tappeto musicale alle due ore e un quarto di silenzio. è ambientato a bordo di una baleniera giapponese, il film commissionato dal governo giapponese  è caratterizzato dall’assenza di dialoghi.

Nel 2008  pubblica Náttúra un singolo  per promuovere il rispetto dell’Ambiente in Islanda.  Tutti i proventi del singolo verranno donati alla Náttúra  Foundation, la campagna per la salvaguardia dell’ambiente che dà il nome alla canzone.

Piu’ recentemente l’strionica popstar islandese, ha pubblicato il mini album Mount Wittenberg Orca insieme alla indie band americana dei Dirty Project.
Un album nato per dare voce al mare, allo scempio che se ne fa, all’incredibile e ancora in larga parte ignota ricchezza che rende questo elemento naturale insieme affascinante e degno del massimo rispetto. Rispetto che gli esseri umani non hanno, tra fondali usati come immondezzai, maree nere che distruggono interi ecosistemi e la spaventosa mattanza delle balene. All’origine del progetto Mount Wittenberg Orca c’è l’incontro e la collaborazione informale tra la cantante nordica e il gruppo americano. L’intero ricavato andrà devoluto alla National Geographic Society che opera per la preservazione della flora e della fauna oceanic.
Siamo tutti felici del Premio meritato, che Bjork ha ricevuto!!!

 

Tags: , ,

Leave a Reply